Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Agosto / FERRAGOSTO A MODENA PER TUTTI I GUSTI CON LA CULTURA
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

05/08/2020

FERRAGOSTO A MODENA PER TUTTI I GUSTI CON LA CULTURA

Da venerdì 14 con Zagaglia a domenica 16 agosto tante iniziative diverse in centro e fuori, ai Giardini e nei parchi dei Quartieri per chi resta in città a vivere insieme il cuore dell’Estate

Tante opportunità diverse di uscire e incontrarsi, per chi sarà a Modena nel cuore della stagione più calda. L’Estate modenese del Comune con sostegno di Hera e Fondazione di Modena non cede il passo a Ferragosto e propone anzi, da venerdì 14 a domenica 16, una grande varietà di occasioni fra tradizione e innovazione per stare insieme in sicurezza e ritrovarsi nel segno della cultura e della socialità in una città in cui si presume rimarranno in tanti in questo 2020 segnato dal Covid-19.

Le principali attività tra centro e città, Giardini e parchi dei Quartieri sono state annunciate mercoledì 5 agosto ai Giardini Ducali da Claudio Longhi, direttore di Ert, Sabrina Gasparini del Salotto Aggazzotti e dal maestro Beppe Zagaglia, insieme con l’assessore alla Cultura Andrea Bortolamasi, che hanno anche fatto il punto sul primo mese di programmazione che, nelle varie rassegne estive, ha registrato in totale oltre 20mila presenze pur nel contesto dei contingentamenti e delle misure anti-Covid.

Venerdì 14 alle 18.30 si parte con i burattini nel verde dei Giardini Ducali; alle 21 il ritorno della serata sulla modenesità con Beppe Zagaglia e i suoi amici nel Chiostro di San Pietro; ai Giardini sul palco alle 21 il reading di Emanuele Aldrovandi “Tentativi di sconfiggere la morte” con Giusto Cucchiarini e Marina Occhionero, mentre al Cortile Tempio va in scena “Poesia e musica sotto il Vesuvio” (ingresso 10 euro), legge Gennaro Giordano col tenore Giovanni Coletta e Lucio Diegoli al piano. E sempre venerdì 14 alle 21.30, a “Orange 182” al parco Ferrari, si passerà dalle melodie di West side story, al gobbo di Notre Dame, a Jesus Christ Superstar, ai duetti di Grease con la band “La Notte dei Musical”. Sempre alle 21.30 di venerdì al parco Amendola “Belle Epoque” con Francesca Ber e Fabrizio Luglio - chitarra e voce. Al Supercinema Estivo alle 21.15 “Crescendo #makemusicnotwar” di Dror Zahavi, film che narra la nascita di un’orchestra di giovani musicisti palestinesi e israeliani che dovrà esibirsi per i negoziati di pace dei due Paesi, diretta da un grande della musica internazionale.

Sabato 15 alle 21 ai Giardini si svolge l’incontro/concerto “L’opera racconta - Tosca” con i maestri Stefano Seghedoni e Federica Cipolli, un violino e tre voci liriche per tre registri vocali: soprano, tenore e baritono. Al parco Ferrari “Orange 182” cocomerata e Festa di Ferragosto alle 21.30 con la band “Red Head” che unisce nomi storici della musica a Modena, come Daniele Bagni (Ladri di biciclette e Litfiba), Davide Fregni, Francesco Coppola e il talentuoso Andrea Govoni, voce. Stessa sera, alle 21.30, al parco Amendola per “Il parco dei cantautori” tributo ad Augusto Daolio della David Merighi Band a cura di “Loving Amendola”. Al Supercinema Estivo alle 21.15 “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti, sulla vita del pittore Antonio Ligabue, uno dei maestri dell’arte contemporanea internazionale.

Domenica 16 alle 18.30 di nuovo Burattini d’Estate ai Giardini Ducali; al parco Amendola dalle 18.30 borlenghi e crescentine e alle 19.30 “Jam Session” a cura di Francesco Coppola; alle 21 ai Giardini va in scena la versione live sul palco di un appuntamento che ha avuto molto successo online nei giorni del lockdown: “Modena racconta (in scena)”, reading a cura degli attori della Compagnia permanente di Ert. All’Estivo alle 21.15 replica “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti (tranne i film all’Estivo e la serata del 14 al Cortile del Tempio) con prenotazione. Il programma è anche sul sito del Comune (www.comune.modena.it/estate2020). 

Nei giorni di Ferragosto chi sarà a Modena potrà contare anche sulla riapertura il 15 dalle 10 alle 19 dei Musei civici di Palazzo dei Musei, dove anche la Galleria Estense apre, con biglietto, il 14 agosto (8.30 - 19.30), e il 15 e 16 agosto (10 – 18).

La Ghirlandina nel sito Unesco di piazza Grande (ingresso 3 euro, prenotazione via e-mail a torreghirlandina@comune.modena.it) apre nei tre giorni in 10 turni su prenotazione dalle 9.45 alle 12.45 e dalle 15 alle 18, anche con visita guidata sabato 15 agosto alle 19: “Sotto il segno del Leone. Ferragosto in Torre”.

Nel giorno di Ferragosto lo Iat (ufficio informazioni e accoglienza turistica di piazza Grande) organizza alle 15 il “Modena city tour”, visita guidata del centro storico (partecipare costa 10 euro a persona. Prenotazione info@visitmodena.it).

La mostra di Fmav “Upgrade in Progress” alla Palazzina dei Giardini apre gratuitamente dalle 17 alle 22 e propone sabato 15 agosto una visita guidata alle 18 (www.fmav.org).

Il Mef Museo Enzo Ferrari è aperto con accesso contingentato dalle 9.30 alle 19, su prenotazione a pagamento (www.ferrari.com/it-IT/museums) .

La Casa Museo di Luciano Pavarotti è aperta con biglietto su prenotazione (tel. 059.460778 o info@casamuseolucianopavarotti.it) venerdì 14 e sabato 15 dalle 10 alle 18. Il 16 al mattino “Buongiorno a Casa Pavarotti” (ultimi posti disponibili, su prenotazione) e le visite riprendono alle 13.

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito web (www.visitmodena.it).

Azioni sul documento