Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Settembre / GRAZIANO CREMONINI E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

21/09/2020

GRAZIANO CREMONINI E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI

Il sindaco di Modena ricorda il politico scomparso a 89 anni. Fu presidente di Amcm e di Confservizi. Cordoglio anche del presidente del Consiglio comunale

Un protagonista della storia dei servizi pubblici in Emilia-Romagna, della loro organizzazione e della loro gestione, “con un’attenzione sempre molto alta per i bisogni dei cittadini e della collettività”. Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ricorda così Graziano Cremonini, scomparso all’età di 89 anni.

Presidente per oltre vent’anni di Confservizi-Regione Emilia-Romagna (dal 1991, quando si chiamava Cispel, al 2014), dopo aver ricoperto gli incarichi di presidente dell’azienda municipalizzata (Amcm), di vice presidente della Provincia, di consigliere comunale e assessore del Comune di Modena.

“Di formazione socialista, è stato segretario del Psiup e ha speso la propria vita al servizio delle istituzioni – aggiunge Muzzarelli – mantenendo sempre forte il legame con i valori della propria esperienza politica sia ricoprendo incarichi di amministratore pubblico sia nei ruoli più manageriali. Era tuttora un riferimento prezioso per tanti, per me anche un amico prodigo di consigli, ma soprattutto attento all’ascolto dei bisogni del territorio”.

Cordoglio per la scomparsa di Cremonini è stato espresso anche dal presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi. Cremonini divenne consigliere comunale nel 1968, subentrando a Umberto Zurlini nella lista del Psiup, e venne rieletto nel 1970 rimanendo consigliere fino al 1972, ricoprendo in quei due anni anche l’incarico di assessore per poi assumere in seguito il ruolo di vice presidente della Provincia.

Azioni sul documento