Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Settembre / NOVI SAD / 3 – UN DECALOGO SUI COMPORTAMENTI NEI PARCHI
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

10/09/2020

NOVI SAD / 3 – UN DECALOGO SUI COMPORTAMENTI NEI PARCHI

Nel gazebo della Polizia locale, in distribuzione anche il materiale informativo sulle condotte nelle aree pubbliche, sull’utilizzo del monopattino e contro alcol e droga

Considerare gli spazi dei parchi pubblici come se fossero un bagno privato è vietato; non è permesso abbandonare rifiuti e danneggiare le piante, così come non è consentito praticare giochi che disturbino le persone. Oppure, per chi possiede un drone, farlo volare nei luoghi frequentati dai cittadini. Sono solo alcune delle indicazioni contenute nei due opuscoli informativi sui corretti comportamenti da adottare nei parchi e nelle aree pubbliche che saranno distribuiti sabato 12 al parco Novi Sad dalla Polizia locale di Modena. I volantini, che prendono spunto dal regolamento comunale di polizia urbana, sono stati realizzati nell’ambito del progetto “Il parco Novi Sad, azioni integrate per la sicurezza urbana”.

Uno dei due documenti è incentrato sulle condotte nei parchi: intitolato “I parchi pubblici sono di tutti! Occorre avere rispetto e prestare attenzione alle proprie azioni”, illustra le regole commentandole con ironia. Per esempio non è consentito “fare grigliate fuori delle aree attrezzate. Il pic-nic non vale una sanzione fino a 154 euro” e che “non si può circolare con veicoli a motore nelle aree verdi… Cercare un parcheggio è meno caro di una sanzione fino a 300 euro”. Inoltre, non è permesso consumare alcolici su aree pubbliche fuori dai locali o dopo l’orario di apertura; e non si deve disturbare con rumori o utilizzare strumenti sonori dopo la mezzanotte. Ancora, è vietato danneggiare giochi, arredi e segnaletica; e far circolare i cani fuori dalle aree dedicate. È anche proibito utilizzare biciclette o pattini sull’erba, pescare nei laghetti senza autorizzazione e nutrire agli animali presenti nel parco.

L’altro opuscolo approfondisce le condotte da osservare nelle aree pubbliche, chiarendo che non ci si può sdraiare per terra, recando intralcio e disturbo e ostruendo gli ingressi. In più, è vietato introdursi e fermarsi sotto i portici e negli edifici aperti al pubblico per mangiare, dormire e sporcare; così come non si possono fare giochi (con palla, skate…) che causino disturbi o danneggiamenti. Il flyer ricorda che in alcune zone della città e nelle aree verdi, nonché negli spazi adiacenti a istituti scolastici, oltre alle sanzioni è previsto l’allontanamento per 48 ore dal luogo in cui è stata commessa la trasgressione. Infine, si sottolinea che per le biciclette e i monopattini elettrici è proibita la circolazione sui marciapiedi e sotto i portici.

Gli operatori della Polizia locale distribuiranno anche gli opuscoli sul corretto uso dei monopattini e di contrasto all’abuso di alcol e all’assunzione di droga.

Azioni sul documento