25/11/2021

QUARTIERI, SOSTEGNO AI SOGGETTI ATTIVI PER LA COMUNITÀ

Entro il 5 dicembre le associazioni del terzo settore possono chiedere un contributo economico per iniziative che si devono svolgere tra dicembre 2021 e maggio 2022

Sviluppare iniziative per la socializzazione dei cittadini, valorizzando anche il territorio e favorendo la partecipazione ad attività quanto più possibili trasversali sull’intera città sono i principali obiettivi a cui devono puntare le associazioni del terzo settore che nei prossimi mesi intendono realizzare azioni per la comunità nei quattro Quartieri di Modena col contributo economico del Comune. È stato pubblicato online, infatti, il bando per finanziare, fino a un massimo di metà delle spese nette sostenute, i progetti a vantaggio degli abitanti dei quartieri che si realizzano tra il 15 dicembre 2021 e il 31 maggio 2022. Qualora le disponibilità del bilancio 2021 lo consentano, il Comune si riserva di sostenere le proposte presentate, nei limiti delle previsioni del bilancio stesso; bando, informazioni e moduli sono pubblicati online (www.comune.modena.it/decentramento). Possono presentare domanda entro le ore 24 del 5 dicembre i soggetti del terzo settore con sede a Modena, singoli o riuniti, costituiti almeno un anno prima della scadenza, cioè non dopo il 5 dicembre 2020. Le istanze devono essere inviate esclusivamente online sulla piattaforma digitale dell’Ente, utilizzando le credenziali Spid; per approfondimenti è possibile anche contattare telefonicamente l’ufficio Coordinamento Quartieri al numero 059 2033399.

Due sono le sezioni previste dall’avviso pubblico e ogni soggetto candidato al contributo potrà concorrere solo in una di esse (ma è possibile presentare più progetti in differenti Quartieri, purché diversi tra loro: non è consentita la presentazione della stessa proposta in più Quartieri). La prima categoria si concentra sulle iniziative di aggregazione e socializzazione dei cittadini e di valorizzazione del territorio, formative, culturali, sportive e di utilità sociale. Le azioni potranno riguardare anche la promozione della vivibilità e della sicurezza del territorio, il sostegno all’attività motoria, la realizzazione di proposte formative su temi culturali, del benessere individuale e di sviluppo delle competenze informatiche e lo realizzazione di azioni (a titolo gratuito per i partecipanti) volte a prevenire e ridurre la dispersione scolastica e a sostenere le famiglie e le persone in difficoltà.

La seconda sezione riguarda le iniziative di associazioni che propongono progetti mirati alla partecipazione della cittadinanza ad attività di interesse collettivo la cui promozione e realizzazione concreta sia trasversale tra i Quartieri e possa coinvolgere aree più vaste del territorio comunale, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini. Tra le varie azioni, anche l’incentivazione del volontariato e il supporto alle attività dei volontari.

Oltre al sostegno finanziario, ai progetti che ottengono il punteggio sufficiente in graduatoria possono essere assegnate utilità diverse come l’esenzione dal Canone unico patrimoniale per iniziative di significativo interesse pubblico, la produzione e diffusione di materiale pubblicitario e l’assegnazione gratuita o a prezzo agevolato di una sala civica di Quartiere.

Azioni sul documento