Salta al contenuto

Mappa Acustica Strategica dell'Agglomerato di Modena

Il Decreto legislativo 194\2005 “Attuazione della Direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione ed alla gestione del rumore ambientale” ha introdotto l’obbligo, da parte degli enti gestori delle infrastrutture viarie principali e degli agglomerati urbani con più di 100.000 abitanti, di elaborare, ogni 5 anni, le mappe acustiche relative alle singole sorgenti (traffico veicolare, ferroviario, aeroportuale, siti di attività industriale) e le mappe acustiche strategiche relative al complesso di tutte le sorgenti infrastrutturali e industriali presenti nell’agglomerato, al fine di determinare l’esposizione globale al rumore in una certa zona esposta a varie sorgenti di rumore.

 Lo spirito fondamentale della Direttiva Europea è quello di fornire agli Stati membri strumenti e metodi comuni per “fotografare” lo stato dell’inquinamento acustico degli agglomerati urbani maggiori e delle principali infrastrutture di trasporto con l’obiettivo di valutare l’esposizione della popolazione al rumore generato dalle diverse sorgenti e dal loro complesso.

 La mappe acustiche rappresentano quindi i livelli sonori presenti in una determinata area, per effetto delle diverse sorgenti sonore presenti. Per la loro elaborazione gli Stati membri devono utilizzare i due indicatori acustici europei Lden e Lnight: Lden è il descrittore acustico day-evening-night (giorno-sera-notte) ed è usato per stimare il disturbo legato all'esposizione al rumore nell’arco dell’intera giornata, Lnight è il descrittore acustico notturno relativo ai disturbi del sonno (livello sonoro periodo 22-6).

 La Regione, così come previsto dalla normativa, ha individuato gli agglomerati con più di 100.000 abitanti, identificando l’agglomerato di Modena coincidente con il territorio del Comune di Modena.

Il Comune di Modena, con Delibera di Giunta n. 522 del 12 novembre 2013, ha approvato la prima “Mappatura Acustica Strategica dell’agglomerato di Modena”, ai sensi del Decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 194, e successivamente, con Delibera di Giunta n. 455 del 3 agosto 2017 il suo aggiornamento.

 Le sorgenti sonore considerate ai fini dell’elaborazione delle mappe acustiche strategiche per l’agglomerato di Modena sono il traffico stradale e ferroviario e le aree industriali. Le mappe acustiche sono state realizzate in collaborazione con ARPAE Sezione Provinciale di Modena utilizzando un modello di calcolo che simula i livelli acustici generati dalle infrastrutture stradali e dalle attività industriali presenti sul territorio avvalendosi degli elaborati redatti dai gestori delle infrastrutture di pubblico trasporto (Autostrade per l’Italia S.p.A e ANAS S.p.A.) e sommando i livelli sonori determinati nelle mappe acustiche delle infrastrutture ferroviarie prodotte dall’ente gestore RFI S.p.A..

 La mappa acustica strategica, essendo il prodotto di simulazioni che possono essere affette da errori determinati dall’incertezza dei dati di input forniti al modello (flussi di traffico, altezza edifici, presenza di ostacoli lungo il percorso sonoro... ) sarà oggetto di approfondimento e di verifiche fonometriche per  accertare le situazioni di criticità..

Mappa acustica strategica agglomerato di Modena 2011 (Approvata con D.G. 522 il 12/11/2013)

Mappa acustica strategica agglomerato di Modena 2016 (Approvata con D.G. 455 il 03/08/2017)

Ultimo aggiornamento

07-06-2021 10:06

Questa pagina ti è stata utile?