Compila e invia le pratiche online


Novità DOMWEB-MUDE Modena

Novità in vigore dal 18/8/2021
Il Comune di Modena ha aggiornato il proprio portale di presentazione delle pratiche edilizie (DOMWEB/MUDE-Modena), prevedendo la CILA-Superbonus (CILA-S) che è ora possibile presentare, secondo il modulo adottato nell'ambito della Conferenza Unificata. Come previsto dal comma 13 ter dell'art. 119 del DL n. 34/2020, gli interventi incentivati con detrazione fiscale del 110% sono subordinati alla presentazione di una Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA) speciale.
Attraverso un accordo tra lo Stato, le Regioni e gli Enti locali stipulato il 4 agosto nell’ambito della Conferenza Unificata, è stato adottato il Modulo Unificato di CILA-Superbonus (CILA-S).
Come procedere:
1) Si compila una pratica Domweb "semplificata" con le sole informazioni inerenti a:

  • dati pratica (titolo edilizio, descrizione dell'intervento, data di inizio lavori e indicazione di pratica superbonus 110%);
  • soggetti coinvolti;
  • riferimenti territoriali (civici e catastali);
  • inquadramento sismico.

Tutte le altre linguette sono inibite ad eccezione della linguetta "precedenti" che è facoltativa.

Dando VERIFICA DATI viene impostata in automatico una nota con scritto "NON E' DOVUTA ATTESTAZIONE DELLO STATO LEGITTIMO ART.9-BIS DPR 380/2001" che la valida senza dover necessariamente indicare dei precedenti.

2) Si caricano gli allegati firmati digitalmente.
Per la CILAS gli unici allegati obbligatori sono: - Almeno un allegato tecnico fra relazione descrittiva e disegni (si precisa infatti che in caso di opere già classificate come attività di edilizia libera è richiesta la sola descrizione dell’intervento); - Il modulo nazionale "Altri soggetti coinvolti - CILA Superbonus" scaricabile dal sito della regione attraverso link diretto; - Documentazione fotografica dello stato di fatto. Altra documentazione (riguardante la CILA in generale) può essere caricata a discrezione del tecnico. In caso di interventi strutturali, il programma non controlla direttamente la presenza dei relativi allegati (non essendo compilata la sezione 16 della linguetta DICHIARAZIONI) ma comunque c'è un controllo successivo in fase di inoltro che blocca l'invio di una pratica edilizia con pratica sismica collegata qualora dovessero mancare i seguenti allegati obbligatori: - (APE) Documentazione necessaria per il deposito del progetto strutturale (MUR D.2) - (ARA) Documentazione necessaria per il rilascio dell'autorizzazione sismica o dell'autorizzazione sismica in sanatoria (MUR A.2) - (ADL) Denuncia delle opere di cui all'art.65 del DPR 380/2001 (MUR A.14/D.8)

3) Se la pratica non contiene errori, premendo il tasto CREA MODULO viene generato un pdf con le sole dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà e le procure speciali, nonché una pagina di riepilogo con i dati essenziali e l'importo dei diritti di segreteria e le modalità di pagamento. All'interno del documento prodotto da Domweb vi è una nota che invita il tecnico a procedere con la compilazione offline della domanda utilizzando il modulo nazionale di CILAS disponibile sul sito della regione.

4) Il tecnico si sposta nella linguetta MUDE per poter procedere con la protocollazione della CILAS. In questa form il programma controlla che sia presente il modulo della domanda nazionale CILAS unitamente a tutte le procure speciali dei richiedenti privi di firma digitale.

Novità in vigore dal 9/7/2021

1) Titoli edilizi e Superbonus, art.119 del DL 34/2020: aggiornata la piattaforma per consentire la presentazione della cosiddetta "SuperCILA";
2) Adeguato alla MUR il quadro f) nella sezione DICHIARAZIONI, che NON sarà obbligatorio per la cosiddetta "SuperCILA";
3) Introdotto il quadro n) nella sezione DICHIARAZIONI, per attestare l'avvenuta dichiarazione sul monitoraggio delle agevolazioni fiscali sulla piattaforma Accesso unitario;
4) Adeguato alla MUR il quadro 3) nella sezione DICHIARAZIONI: introdotto lo stato legittimo da applicazione di una sanzione pecuniaria per abuso edilizio e tolto l'obbligo di compilazione per la cosiddetta "SuperCILA";
5) Adeguato alla MUR il quadro 15) nella sezione DICHIARAZIONI per attestare la conformità igienico-sanitaria;
6) Adeguato alla MUR il quadro 16) nella sezione DICHIARAZIONI e relativi allegati (MUR A1/D1 - MUR A14/D8;
7) Aggiornata la sezione allegati, con la previsione dell'allegazione del pagamento della sanzione pecuniaria per abusi edilizi, con l'allegazione del documento comprovante la legittimità dell'immobile, con l'allegazione della dichiarazione prevista dal comma 13 TER dell'art. 119 del DL n. 34/2020.


Novità in vigore dal 24/06/2020

1) Le opere di interesse strategico o infrastrutturali non sono più assoggettate ad autorizzazione sismica ma solo a deposito;
2) Per le opere di interesse strategico o infrastrutturali occorre sempre presentare un nuovo allegato chiamato " Documentazione riguardante la Risposta Sismica Locale (RSL) per edifici di classe d'uso III e IV " (ARSL);
3) Tutte le opere che hanno rilevanza strutturale sono assoggettate a denuncia lavori indipendentemente dai materiali utilizzati;
4) Le IPRIPI sono assoggettate a denuncia lavori obbligatoria se e sono se fra i materiali vi è C.A./C.A.P./struttura metallica (negli altri casi è facoltativa);
5) L'opzione " l'intervento, pur prevedendo materiali in C.A./C.A.P./Struttura metallica, non è assoggettato a denuncia lavori ai sensi della L. 1086/71, secondo quanto disposto dal capo II sez. I art. 65 del DPR 380/2001 " è disapplicata, rimanendo selezionabile SOLO per le pratiche presentate prima del 31.01.2020; 6) E' stato aggiornato il manuale di istruzioni limitatamente alla linguetta SISMICA (pagine 17/18): https://mude.comune.modena.it/help/HELP.pdf 7) Per le opere strutturali è sempre obbligatoria la spunta " chiedo che gli elaborati delle strutture allegati siano considerati "DEPOSITO" ai sensi dell'art. 65, e successivi, D.P.R. 380/01 (ex L. 1086/71). "

Il servizio di compilazione e inoltro telematico della pratica edilizia, denominato DOMWEB/MUDE MODENA (Modello Unico Digitale per l'Edilizia MODENA), consente la compilazione on line di una pratica edilizia (CIL asseverata, segnalazione certificata di inizio attività, permesso di costruire, procedura abilitativa semplificata, segnalazione certificata di conformità edilizia e agibilità, valutazione preventiva, preparere commissione qualità architettonica e paesaggio e istanza preventiva di conferenza servizi) e la creazione automatica della relativa domanda PDF per l'inoltro telematico. Consente inoltre di produrre le comunicazioni di inizio e di fine lavori, nonché la tabella di relazione tra le Unità Minime (UM) e le Unità Immobiliari Urbane (UIU) per individuare il classamento catastale delle unità edilizie oggetto di intervento e verificarne la coerenza dal punto di vista Urbanistico/Edilizio. L'applicazione è in grado di guidare il professionista fornendo controlli immediati sulla correttezza dei dati immessi, anche attraverso l'accesso ad alcuni archivi informatici dell'Amministrazione comunale, e consente l'inoltro on line della pratica con protocollazione automatica.
Il Comune di Modena ha partecipato, assieme ad altri enti (fra cui la regione Emilia Romagna), allo studio di fattibilità del MUDE all'interno del progetto nazionale FEDFIS e ha realizzato il relativo prototipo.

Consente di produrre le comunicazioni di inizio e di fine lavori, nonché la tabella di relazione tra le Unità Minime (UM) e le Unità Immobiliari Urbane (UIU) per individuare il classamento catastale delle unità edilizie oggetto di intervento e verificarne la coerenza dal punto di vista Urbanistico/Edilizio.

L'applicazione guida il professionista fornendo controlli immediati sulla correttezza dei dati immessi, anche attraverso l'accesso ad alcuni archivi informatici dell'Amministrazione comunale, e consente l'inoltro on line della pratica con protocollazione automatica.

In caso di malfunzionamento potrebbe essere necessario svuotare la cache forzando un ricaricamento della pagina.

Attenzione!
Per accedere a Domweb è necessario autenticarsi: per richiedere le credenziali Spid vai alla pagina informativa

Il servizio, attivo 24 ore su 24, è presidiato dalle 7 alle 19 dei giorni feriali e dalle 7 alle 13 di sabato.

Nelle giornate di mercoledì dalle ore 14 alle ore 17 il servizio può essere sospeso per manutenzione.

La presentazione della Domanda avviene:

  •  in modalità telematica con invio da parte del portale MUDE Modena, utilizzando l'apposita funzione di inoltro telematico presente nella linguetta MUDE. La domanda deve essere compilata esclusivamente attraverso MUDE Modena avendo cura di caricare tutti gli allegati dovuti in formato elettronico pdf/A. A fronte di ciò il programma genera automaticamente due documenti pdf distinti contenenti la domanda e la relazione tecnica di asseverazione che il progettista dovrà trasformare in formato pdf/A, firmare digitalmente e spedire tramite portale MUDE Modena, assieme alle procure speciali degli altri soggetti coinvolti privi di firma digitale, ivi contenute, trasformate in formato pdf/A.

La presentazione di eventuale documentazione integrativa avviene:

  • in modalità telematica con invio da parte del portale MUDE Modena, utilizzando l'apposita funzione di inoltro telematico delle integrazioni presente nella linguetta MUDE, qualora la pratica edilizia di riferimento sia stata trasmessa telematicamente fin dall'origine (attraverso portale oppure con PEC o SuapER).
  • in modalità telematica, per le pratiche presenti nella scrivania MUDE Modena del professionista (cioè compilate dal portale, da novembre 2006) che sono state digitalizzate, in questi casi si attiva automaticamente l'apposita funzione di inoltro nel portale MUDE Modena.
  • in modalità cartacea in tutti gli altri casi.

La comunicazione di inizio lavori (per permessi di costruire) avviene:

  • in modalità telematica con invio da parte del portale MUDE Modena, utilizzando l'apposita funzione di inoltro telematico delle integrazioni presente nella linguetta MUDE, qualora la pratica edilizia di riferimento sia stata trasmessa telematicamente fin dall'origine (attraverso portale oppure con PEC o SuapER).
  • in modalità cartacea in tutti gli altri casi. Il modulo PDF di inizio lavori da presentare deve essere quello generato a seguito della compilazione della linguetta INIZIO LAVORI di DOMWEB/MUDE Modena e in caso di inoltro telematico deve essere integrato dalle procure speciali dei soggetti coinvolti privi di firma digitale.

La comunicazione di fine lavori relativa a PAS e a CILA (in alternativa al deposito di agibilità asseverata) avviene:

  • in modalità telematica con invio dal portale MUDE Modena, utilizzando la nuova apposita funzione di inoltro telematico della comunicazione di fine lavori, presente nella linguetta MUDE, qualora la pratica edilizia di riferimento sia stata trasmessa telematicamente fin dall'origine (attraverso portale oppure con PEC o SuapER).
  • in modalità telematica, per le pratiche presenti nella scrivania MUDE Modena del professionista (cioè compilate dal portale, da novembre 2006) che sono state digitalizzate, utilizzando la nuova apposita funzione, che si attiva automaticamente, di inoltro telematico della comunicazione di fine lavori, presente nella linguetta MUDE.
  • in modalità cartacea in tutti gli altri casi. Il modulo PDF di fine lavori da presentare deve essere quello generato a seguito della compilazione della linguetta FINE LAVORI di DOMWEB/MUDE Modena e in caso di inoltro telematico deve essere integrato dalle procure speciali dei soggetti coinvolti privi di firma digitale.

Per poter procedere all'inoltro telematico è richiesto il possesso di Firma Digitale, Posta Elettronica Certificata e un software in grado di generare file PDF in formato PDF/A (Portable Document Format/Archive).

A seguito dell'accettazione della domanda, i dati in essa contenuti vengono trasferiti nel sistema informatico del Comune di Modena.

► Per segnalare eventuali problemi riguardanti il servizio MUDE Modena è possibile contattare gli operatori del Comune di Modena
dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 10,30 e il lunedì e giovedì dalle 14,30 alle 17,30 allo Sportello Unico Edilizia al n. 059/2033600.

► Per problemi riguardanti l'accesso con Firma Digitale/Smart Card è possibile chiamare il servizio di assistenza di Lepida