Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Interpretariato per cittadini non udenti

Firmata da Comune e Ens convenzione per servizi d’interpretariato a favore di non udenti.

Quasi ogni giorno un cittadino ha bisogno di rivolgersi a un ufficio pubblico per richiedere un documento, iscrivere i figli a scuola, affrontare un colloquio riguardante una problematica, sporgere denuncia o ottenere un chiarimento.
Tutte circostanze in cui si trova quotidianamente anche un cittadino sordo che per farlo si deve però rivolgere a un interprete Lis (Lingua dei segni).

Per contribuire ad abbattere la barriera comunicativa che impedisce alle persone con disabilità di esercitare compiutamente i diritti di cittadinanza il Settore Politiche Sociali sanitarie e per l’integrazione del Comune di Modena ha stipulato una convenzione con la sezione provinciale dell'Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordi, Ens, per la realizzazione di interventi di interpretariato a favore di cittadini con problemi di sordità.

La persona sorda residente nel territorio comunale si potrà pertanto rivolgere all'Ens che individua gli interpreti attraverso apposite modalità di selezione e definisce le modalità in cui si svolge l'intervento.

Per approfondire

Vai alla scheda informativa