Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Fascicolo Sanitario Elettronico

Cos'è il fascicolo sanitario

Il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) è una raccolta di dati e informazioni sanitarie che costituiscono la storia clinica e di salute di una persona. La consultazione del FSE avviene in forma protetta e riservata attraverso l’utilizzo delle credenziali SPID.

Chi può utilizzarlo

Tutti i cittadini maggiorenni iscritti al Servizio sanitario regionale (che hanno quindi un medico di famiglia nel territorio regionale). È possibile attivare il Fse per i propri figli minori o per persone soggette a tutela e per un proprio familiare, in questo caso è necessario essere muniti di delega e di copia del documento di identità del delegante.

I moduli di delega sono disponibili all’indirizzo: https://support.fascicolo-sanitario.it/modulistica

Come attivarlo

Per attivare il fascicolo è necessario essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica ed effettuare una registrazione on line e successivamente completare la procedura di attivazione presso uno degli sportelli dedicati.


Cosa occorre per completare l'attivazione:
  • un documento di riconoscimento valido e una sua fotocopia che verrà trattenutta dall'ufficio
  • il codice fiscale
  • l'ID della registrazione (si trova nella mail ricevuta a seguito della registrazione)
  • eventuali deleghe

Per le informazioni complete vai alla pagina di supporto del Fascicolo Sanitario Elettronico

 




Data dell'ultimo aggiornamento:
19/05/2020
Informazioni

Per accedere alla pagina di registrazione vai a questo indirizzo www.fascicolo-sanitario.it

Elenco degli sportelli accreditati al rilascio credenziali Spid

Consulta l'elenco degli sportelli accreditati con LepidaID per il rilascio delle credenziali Spid  funzionali all'attivazione del Fascicolo Sanitario Elettronico - FSE

Novità: è possibile attivare Spid anche in farmacia

Clicca qui per visualizzare l'elenco completo dei punti di attivazione, comprese le farmacie che hanno aderito al protocollo d'intesa tra Regione Emilia Romagna e Associazioni di categoria dei Farmacisti