Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Servizi semiresidenziali

La comunità educativa semiresidenziale è caratterizzata da un intervento diurno intensivo, con la finalità di sostenere la permanenza del minore presso la sua famiglia. Nei centri diurni vengono inseriti quei minori i cui genitori mostrano difficoltà e fragilità nello svolgimento del ruolo educativo ma permane un rapporto significativo con i figli e non sussistono elementi di gravità tali da far supporre che il minore si trovi in una situazione di grave pregiudizio.


La comunità semi-residenziale  prevede la presenza contemporanea di massimo 12 minori, con l’obiettivo di:

  • favorire l’integrazione scolastica e sociale
  • favorire l’integrazione del minore nelle varie attività offerte dal territorio
  • favorire la partecipazione ai momenti di aggregazione e di incontro coi pari
  • fornire competenze espressive teoriche e pratiche per la comunicazione in ambito famigliare, scolastico ed extra-scolatico

Il Comune di Modena gestisce i diversi centri diurni tramite  convenzione con la Cooperativa Sociale Piccola Città o contratto di servizio con l'Azienda Pubblica di Servizio “Patronato pei figli del Popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano”.
L'accesso ai servizi semiresidenziali è legato ad una progettazione  professionale da parte dell'assistente sociale competente per territorio in base alla residenza anagrafica del minore.
L’inserimento si colloca all'interno di un progetto socio-educativo, condiviso con il minore e la sua famiglia.


Destinatari

Minori e famiglie


Modalità d'accesso

Tramite progetto personalizzato redatto dell’assistente sociale anche in integrazione con i servizi educativi e sanitari coinvolti  che segue la situazione.
 

Data dell'ultimo aggiornamento:
23/11/2015