Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strutture di accoglienza

Il Comune di Modena gestisce tramite convenzione diverse strutture di accoglienza residenziale prevalentemente rivolte a mamme sole che presentano una situazione di disagio sociale ed abitativo.
Le donne accolte devono essere in grado di occuparsi in modo adeguato dei figli e di  autogestirsi nelle principali  attività domestiche , l’inserimento è temporaneo e strettamente legato al raggiungimento degli obbiettivi di autonomia necessaria al successivo reinserimento sociale.
Sono previste attività di supporto da parte degli operatori e/o  volontari.

Le convenzioni attualmente attive per tale tipologia di servizio sono con la Cooperativa Sociale Libellula, con la Cooperativa Sociale Piccola Città con l’Associazione Centro Aiuto alla Vita e con l’Associazione  Agape di Mamma Nina onlus .

L'accesso alla struttura è legato ad una valutazione professionale da parte dell'assistente sociale competente per territorio in base alla residenza anagrafica.
L’inserimento si colloca all'interno di un progetto generale, condiviso con la donna e con il responsabile della struttura, nel quale, in base alle risorse personali, famigliari ed economiche  della donna , si condividono alcuni obbiettivi specifici, per facilitare percorsi di autonomia e reinserimento nel tessuto sociale.
La permanenza è subordinata all’adesione al progetto di intervento e all’osservanza del regolamento di permanenza.


Destinatari

Donne gravide e madri con minori


Modalità d'accesso

Tramite progetto personalizzato  redatto dell’assistente sociale anche in integrazione con i servizi educativi e sanitari coinvolti  che segue la situazione.


Dove rivolgersi

Poli sociali territoriali

Data dell'ultimo aggiornamento:
02/11/2015