Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Pipistrelli contro la zanzara tigre

Pipistrelli: zampironi volanti a rischio di estinzione!
Solo in Italia ne sono state censite fino ad ora almeno 34 specie (nel nostro territorio sono circa una ventina) costituite per lo più da piccoli pipistrelli in rapida e costante diminuzione.
L'uso intensivo dei prodotti di sintesi nelle campagne ha drasticamente ridotto il numero e la biodiversità degli insetti e ha avvelenato quelli sopravvissuti, tanto che i pipistrelli che se ne nutrono accumulano nei propri tessuti quantità letali di sostanze tossiche, senza considerare che l'antropizzazione del territorio ha ridotto i territori di caccia e i siti adatti alla nidificazione.
Non ci resta quindi che aiutarli visto che, grazie alla loro abilità nel cacciare insetti, rivestono un ruolo essenziale nel mantenimento degli equilibri ecologici ed in particolare nel contenimento degli insetti dannosi per le coltivazioni e per l’uomo.
Basti pensare che un piccolo esemplare del genere Pipistrellus riesce a catturare in una sola notte oltre 2.000 piccoli insetti, tra cui numerosissime da zanzare! Perché allora non farci aiutare da questi piccoli mammiferi? Per indurli a tornare nell'ambito urbano ed averli come alleati, occorre non disturbarli durante il loro letargo invernale e quando allevano i piccoli in estate, ma cercare di attirarne il maggior numero possibile, anche con l'installazione di nidi artificiali, augurandosi che si trovino bene, vicino alle nostre abitazioni.

Il Comune di Modena ha installato nel 2010 una ventina di bat box utilizzate per sostituire le cavità naturali. Il luogo ideale, insomma, per stare al riparo dalla luce e riprodursi di giorno, uscire e magari fare una bella indigestione di insetti di notte. E i modenesi non devono avere nessuna paura. Bando alle leggende metropolitane: non si attaccano ai capelli delle donne, non rendono sordi o ciechi, non succhiano il sangue. Meglio un pipistrello che mille zanzare. Ecco perché le case per pipistrelli verranno posizionate non in aperta campagna, ma in aree urbane. E se vi capita di trovarne uno per strada, magari ferito, chiamare il Centro Fauna Selvatica “Il Pettirosso” 339/8183676 o 339/3535192 e ricordarsi di non mettere mai un dito davanti alla loro bocca: potrebbe mordervi.

Come costruire e installare un Bat-Nido

Data dell'ultimo aggiornamento:
29/04/2011
Per approfondire

Guarda il servizio di Trc: Zanzare: piccoli morsi, grandi rischi

Video intervista a:

  • Cristina Mussini responsabile Malattie infettive del Policlinico di Modena
  • Giovanni Ceccarelli responsabile Centro trasfusionale del Policlinico di Modena
  • Daniela Barbieri responsabile Ufficio diritti degli animali del Comune di Modena