archivio storico chiedi al bibliotecario
Home | Biblioteche | Cataloghi | Servizi e Regolamenti | FAQ | Accessibilità | Statistiche | Contatti | Volontariato e Tirocinio
Ragazzi | Video | Intercultura | Mostre | E-book | Gruppi di lettura | I lettori scrivono

 

Archivi d'arte e di architettura Biblioteca Poletti


Dal 2007 la biblioteca aderisce al progetto IBC Archivi, avviato dall'Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna per l'inventariazione e la pubblicazione in rete degli archivi di enti locali del territorio regionale: nella piattaforma on line X-Dams sono presenti, oltre alle descrizioni, anche gli inventari di alcuni archivi.
Gli archivi moderni di architettura si trovano in una sede distaccata della biblioteca: si consultano, pertanto, solo su appuntamento (telefonico o via e-mail). La consultazione degli archivi d'architettura contemporanea è sospesa nei mesi di luglio e agosto. Riprende nel mese di settembre, previo appuntamento.

 

 

Descrizione sintetica del patrimonio

 

logo

Archivio della Biblioteca Poletti (1872-1987)
Archivio amministrativo che testimonia la vita della biblioteca dal 1872 al 1987, anni in cui questo istituto comunale ha goduto di una propria autonomia amministrativa, prima di entrare a far parte del Servizio Biblioteche del Comune di Modena nel 1988.
Archivio riordinato, non inventariato (IBC Archivi).

 

Archivio Adeodato Malatesta (1831-1889)
Comprende un corposo epistolario di 1930 lettere inviate al pittore modenese Adeodato Malatesta tra il 1831 e il 1889 cui si aggiungono 12 lettere autografe del Malatesta acquisite dalla biblioteca in tempi più recenti.
Archivio inventariato.
Pagina di presentazione
Istruzioni per la ricerca nel data base
Accesso al data base

 

Archivio Carlo Federico Teodoro (1990-2005)
Carlo Federico Teodoro (Modena 1945 – 2005), direttore della Galleria Civica di Modena dal 1971 al 1981, coniugò l’interesse per la migliore arte modenese con quello per la contemporaneità nazionale e internazionale. L'archivio comprende la documentazione prodotta e raccolta da Teodoro in veste di curatore di mostre d'arte e autore di monografie, saggi e opuscoli su artisti, per lo più di origine modenese.
Archivio inventariato (IBC Archivi).

 

Archivio dell'Associazione degli Amici dell'arte di Modena (1947-1980)
Fa parte del più ampio Fondo Allegretti che comprende anche la biblioteca personale dell'avvocato Franco Allegretti, presidente dell'Associazione dal 1947 al 1980. La documentazione archivistica riguarda prevalentemente l'organizzazione dell'attività espositiva ed editoriale dell'Associazione.
Archivio inventariato (IBC Archivi).

 

Archivio della Cooperativa per la diffusione dell'opera artistica (1962-2012)
La "Cooperativa per la diffusione dell'opera artistica" (dal 1984 trasformata in "Associazione per la diffusione dell'opera artistica") viene costituita formalmente il 23 luglio 1962 da un gruppo di soci fondatori tra cui Rubes Triva, allora sindaco di Modena. Lo scopo fondamentale della società era consentire forme di collezionismo artistico anche ad appassionatiappartenenti ai ceti economici pmeno abbienti. Archivio inventariato.
Descrizione inventario

 

Archivio Carlo Barberi (seconda metà sec. XIX)
Archivio professionale di Carlo Barberi (Marano sul Panaro 1827 - Modena 1909), architetto specializzato in edilizia ecclesiastica di stile neo-gotico, a cui si deve la realizzazione delle chiese di San Cataldo, Maranello, Castelvetro, Zocca, Ciano, Levizzano. Si occupò anche di restauri, tra i quali quello del castello di Monfestino, dell'Albergo delle Arti (attuale Palazzo dei Musei) e della Chiesa di Sant'Agostino a Modena.
Archivio non riordinato né inventariato; ricognizione del contenuto dei fascicoli (IBC Archivi).

 

Archivio Vittorio Caruso e Ada Defez (1957-2002)
Archivi professionali degli architetti Vittorio Caruso e Ada Defez. Caruso partecipa alla stesura del Piano Regolatore del 1965 e a svariate attuazioni urbanistiche, dal "Villaggio artigiano di Modena Est" al "Villaggio Giardino". Dal 1975 si occupa della pianificazione a scala provinciale e regionale e dello sviluppo dell'assetto viabilistico regionale. Muore nel 1983 a Modena.
Tra le opere più importanti di Defez si ricordano: le "Piramidi" di via Morane, l'hotel Raffaello, la scuola d'infanzia di Savignano.
Archivio parzialmente riordinato, non inventariato (IBC Archivi).

 

Archivio Luigi Poletti (1817-1869)
L'archivio, professionale e personale, è costituito da disegni e documentazione relativa ai progetti, da corrispondenza privata, da documentazione relativa all'attività didattica presso l'Ospizio Apostolico di S. Michele e l'Accademia di S. Luca a Roma, da documentazione relativa all'attività di studioso e socio di numerose accademie scientifiche italiane e straniere (discorsi, articoli, dissertazioni, diplomi e onorificenze).
Archivio riordinato e in corso d' inventariazione (IBC Archivi).

 

Archivio Franca Stagi (1963-2008)
L'archivio dell'architetto Franca Stagi (Modena 1937–2008) è costituito per la maggior parte da progetti che riguardano il restauro e il recupero all'uso di alcuni tra i più importanti edifici storici modenesi. È lo specchio di un lavoro svolto per quarant'anni ai massimi livelli, in una stretta e produttiva relazione con le Soprintendenze ai beni architettonici e storico-artistici, con gli enti territoriali e le relative Direzioni, con associazioni culturali e di tutela come Italia Nostra.
Archivio inventariato (IBC Archivi).

 

Archivio Vinicio Vecchi (1946-2006)
Archivio professionale dell'architetto Vinicio Vecchi (1923-2007), fondamentale per lo studio della crescita urbanistico-architettonica di Modena nel secondo dopoguerra. Suoi furono, tra gli altri, i progetti del Villaggio Artigiano e di quasi tutte le sale cinematrografiche modenesi del tempo. Le sue architetture rappresentano uno dei più importanti esempi di architettura razionalista realizzata a Modena.
Archivio parzialmente inventariato (IBC Archivi).

 

Archivio del Laboratorio internazionale di architettura e disegno urbano (1976-2009)
L'ILAUD è stato fondato nel 1976 da Giancarlo De Carlo ed ha accolto tra le sue fila alcuni dei nomi più prestigiosi dell'architettura internazionale: tra i suoi allievi Enric Miralles e Santiago Calatrava; tra i docenti, oltre a Giancarlo De Carlo, Sverre Fehn e Renzo Piano. Ha organizzato periodicamente workshop estivi in diverse città sia italiane che straniere, producendo numerose pubblicazioni.
Archivio inventariato (IBC Archivi)

 

Archivio della rivista Lotus International (1974-2002)
Costituito dai materiali redazionali relativi agli articoli pubblicati dalla rivista di architettura «Lotus International», documenta il complesso lavoro di stesura degli articoli per la composizione di ogni fascicolo della rivista. All’inizio degli anni Ottanta la biblioteca ricevette una prima donazione di documenti (dal numero 8 al numero 31, relativi agli anni 1974 –1981), descritti su supporto cartaceo. Successivamente la redazione della rivista ha donato anche la documentazione archivistica dal 1981 al 2002.
Archivio riordinato e parzialmente inventariato.
Descrizione materiali a cura di Massimo Bulgarelli.

 

Archivio Saverio Muratori (1931- 1962)
L'archivio riporta tutta la produzione grafica rinvenuta nella casa dello studioso relativa a progetti architettonici, realizzata dall'architetto e studioso modenese Saverio Muratori (1910-1973). È composto da 314 disegni, corrispondenti a 186 progetti, tra cui l'Auditorium Porta Capena del 1934, la Chiesa di San Giovanni al Gatano del 1947, parte del quartiere Tuscolano II di Roma del 1949, la sede ex-Enpas a Bologna del 1952 e la sede ex-Democrazia Cristiana a Roma del 1955. La biblioteca conserva anche 276 cartografie e 17 prove di stampa del volume incompiuto Studi per una operante storia del territorio, al quale collaborarono anche Renato e Sergio Bollati, Alessandro Giannini e Guido Marinucci.
Archivio parzialmente riordinato e inventariato.
Pagina di presentazione.

 

Archivio Carlo Cremaschi (1962-2005)
L'artista modenese Carlo Cremaschi, nato nel 1943, ha donato nel 2014 il suo archivio alla biblioteca. La documentazione dimostra non solo la complessità e varietà della sua produzione artistica ma anche l'importanza della sua attività di collaborazione con altri artisti. Collaborazioni alle due celebri manifestazioni artistiche “Parole sui muri”, che si svolsero a Fiumalbo nel 1967 e 1968, e all'Associazione Artipici Carteriani che lo ha visto coinvolto dal 1997 fino al 2004.
Archivio riordinato e in corso di inventariazione (IBC Archivi).

 

Immagine in alto: Franca Stagi, Foro Boario (sezione)

 

 

 

Biblioteche del Comune di Modena
Corso Canalgrande 103, Modena 41121 - Info 059 2032940 - Fax 059 2032926
biblioteche@comune.modena.it

Iscriviti alle Newsletter delle biblioteche del Comune di Modena