Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

ATMOSFERE TRA ANTICO E CONTEMPORANEO Omaggio a Leo Brouwer

Salotto musicale in Archivio Giovedì 24 ottobre 2019 ore 17,30

Ultimo appuntamento della rassegna dedicata a Leo Brouwer, organizzata da Archivio Storico del Comune di Modena e Istituto Vecchi-Tonelli.

Dopo le ottime performance di Gianmarco Varotto e Ivana Nikolin, gli allievi dell'Istituto Vecchi – Tonelli di Modena e Carpi tornano ad esibirsi nella suggestiva cornice dell'Archivio Storico del Comune di Modena per l'ultimo appuntamento in omaggio al chitarrista cubano Leo Brouwer, nella ricorrenza del suo ottantesimo compleanno.

Nato a Cuba nel 1939, il chitarrista e compositore Leo Brouwer si è formato dapprima in patria e successivamente negli USA, dove studiò alla Julliard School. Compositore e docente all'Accademia delle Scienze e delle Arti di Berlino, ha collaborato con Hans Werner Henze e ha registrato dischi per la Deutsche Grammophon. Le sue prime opere mostrano influenze della musica folklorica cubana. Negli anni Sessanta e Settanta si interessa all’avanguardia per poi tornare, a partire dagli anni Ottanta (che segnarono anche la fine della sua carriera di chitarrista per un infortunio), a un linguaggio più tradizionale. È stato attivo come direttore d’orchestra e ha composto oltre quaranta colonne sonore, tra cui quella per il film “Come l’acqua per il cioccolato”

Ancora un'ulteriore, rara occasione per ascoltare importanti brani musicali del repertorio chitarristico internazionale sia antico che contemporaneo, e scoprire o riascoltare la straordinaria musica di Brouwer, che in un'intervista ebbe a rilasciare la seguente dichiarazione: “Non vedo nessun limite, non sento nessun limite nella chitarra. La considero una piccola orchestra, praticamente perfetta”.

Pampaloni e Pedretti, duo chitarristico, eseguiranno musiche di: Johann Sebastian Bach (1685-1750) e Leo Brouwer (1939)


Lorenzo Pampaloni, nato nel 1996 a Firenze, ha frequentato il Liceo Musicale Dante di Firenze studiando chitarra classica sotto la guida dei M. Eloisa Perricone e Carlo Mascilli Migliorini. Contemporaneamente ha frequentato anche il corso di chitarra moderna con il M. Luigi Gagliardi alla Scuola comunale di musica “Giuseppe Verdi” di Prato. Ha ricevuto premi in vari concorsi nazionali. Ha frequentato il corso di Diploma accademico di I livello con il M. Giampaolo Bandini presso l'Istituto L. Boccherini di Lucca. Attualmente frequenta il corso di Diploma accademico di II livello con il M. Andrea Dieci preso l'Istituto Vecchi-Tonelli di Modena.

 

Luca Pedretti, classe 1996, intraprende lo studio della chitarra all’età di 7 anni frequentando i corsi preaccademici dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi-Tonelli di Modena e Carpi sotto la guida del M. Roberto Melangola. Ha studiato al Liceo musicale A. Bertolucci di Parma col M. Carlo Mastropietro. Dopo il diploma prosegue gli studi iscrivendosi all’Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi-Tonelli di Modena e Carpi, dove sta frequentando il corso magistrale sotto la guida del M. Andrea Dieci. Consegue il Diploma Accademico di I livello in chitarra nel 2018 col massimo dei voti.

 

Sede: Archivio Storico del Comune di Modena-Palazzo dei Musei, Viale Vittorio Veneto 5, Modena

 Seguirà il concerto una breve visita all'Archivio Storico e alla mostra “Nomen Omen. Le carte delle identità”

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

INFO: tel. 059 203450

www.comune.modena.it/archivio-storico

Facebook: archiviostorico.modena