Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Prorogata la mostra “Nomen omen. Le carte delle identità”

E' stata prorogata al 17 aprile 2020 la mostra “Nomen omen. Le carte delle identità”

Sulle tracce dei nomi propri – dai più comuni ai più bizzarri – che nei secoli hanno caratterizzato gli abitanti della comunità modenese, l'Archivio Storico del Comune di Modena, che ne custodisce la memoria storica, propone un suggestivo percorso attraverso carte e documenti, partendo dai registri dei nati, dei morti e dei matrimoni. Conserva infatti, tra gli altri, i dati anagrafici dal '500, ben prima dello stato civile, oltre a documentazione riferita alle sezioni protestante ed ebraica.

Geminiano, Francesca, Giuseppe e Maria, al di là delle epoche e delle mode risultano tra i nomi più ricorrenti; i soprannomi Salamino o Paradisa, invece, negli atti ufficiali del censimento napoleonico, indicano come i componenti di una famiglia venissero caratterizzati in base al mestiere, alle origini o a tratti della personalità.

Alberi genealogici, stemmi delle famiglie modenesi, sigilli ed epigrafi cimiteriali, sono l'ideale scenario per scoprire l'origine e il significato di ciò che in modo indissolubile ci appartiene: il nostro nome e quindi la nostra identità di persone e di cittadini. Una identità solida ma talvolta fragile, perché il trascorrere del tempo può cambiarne, in contesti mutati, la lettura storica.

 

orari di visita fino al 17 aprile:


da lunedì a venerdì 10-12; lunedì e giovedì 15-18

sabato e domenica chiuso

Ingresso libero

 

Archivio Storico del Comune di Modena

Viale Vittorio Veneto 5, Modena

INFO: tel. 059 2033450

FB: archiviostorico.modena