Sighinolfi Sara

Indietro
Back to reality ( Ritorno alla realtà)

Vienna, 1st January 2002
"Ma chère amie Sara!
It was a pleasure meeting you! I hope you enjoyed your stay in Vienna! This book should help you remember all wonderful things of this journey and maybe also impressions of future journays.
Take care!
Love, Doris."

Viaggio in treno
Vienna-Venezia Mestre
3 Gennaio 2002

Dear Doris,
avevo proprio bisogno di questo diario per scrivere sulle sue bianche pagine la mia pienezza che oggi trascino per i boschi innevati dell'Austria.
Già….Grazie." When outside there is the sun, it means that an angel is travelling", così mi dicevi mentre il treno fischiava.
E' vero. Il sole non mi ha ancora lasciato da quando sono partita da Vienna. Forse oggi ha trovato il suo cielo e ha deciso di regalarmi l'argenteo candido della prima neve.
Come nevicava ieri sera a Vienna. Ci cospargeva il volto, bianca, fitta. Sembrava seppellire ogni cattivo pensiero, facendo emergere i bambini che erano in noi. Doris, avevo bisogno di questo. Della neve. Dell'amicizia. Del sapore mentato della novità. Sì, perché mi sento stuzzicare il palato ogni volta che parto, vado, incontro.
E vi ho abbracciati tutti, Doris: tu, Loredana, Ludo, Flavio, Franz e Carol.
Tutti. Vienna,voi e la mia libertà.Che ancora una volta mi ha travolto, proprio come quella bufera di neve, che ha ridato colore alla Sara che conoscevo. Capisco chi sono, proprio ora viaggiando.
Sì, perché ora scopro me stessa. Il mio desiderio di essere per gli altri, di essere il giullare, il braccio fidato su cui accasciare gli stanchi pensieri di un giorno spremuto. La Sara delle corse contro il vento gelido della vita, che spazza via le incipienti malinconie.
Ricordi?Mi guardavate stupiti, attoniti sul Belvedere di Vienna. "Perché corri, vai?". "Forse per cercare, per cerarvi, per cercarmi.", rispondevo convinta.
Doris, Vienna mi ha fatto riassaporare la vita. Ed ora che sono sul treno del " back to reality", vedo scorrere ogni nostro momento trascorso insieme e nel mio cervello si increspano immagini, sentimenti, sorrisi, parole.
Ed io avevo sete di parole. Non le solite che si dicono nel quotidiano, non quelle convenzionali, ma la parola " piena", quella oceanica che ti invade d'eternità e ti stravolge. Le vostre voci risuonano ancora in me, mentre attraverso quest' Austria che dorme sotto la neve.
"Sara, non sei strana, se leggi per legittima difesa." (Ludo, il politico in erba, mentre si affogava nel suo cappotto).
"L' amore fa passare il tempo e il tempo fa passare l'amore" ( Flavio, lo scettico, interpretando"Il bacio" di Klimt).
"Caduto il fiore, resiste l'immagine della peonia" rispondeva nella sua alcolica dolcezza Franz, il poeta che traduce gli haiku giapponesi, il giocoliere delle parole.
E poi Loredana esclusiva " Non mi capisce nessuno. Mi spremo d'amore. Vedo soltanto lui, il suo volto, il suo sorriso. Lui è il suono del vento, la voce del nulla, lo sguardo dell'immenso."
Sì, Loredana, ho capito, farfalla della vita che stupisci il mondo con i tuoi colori. E che soffri per un amore negato. Sento il tuo amore…che ti invade, che ti attanaglia, che ti strappa l'anima, che ti trascina, che ti getta in tempeste burrascose.
Ascolta…ascoltami…L'amore è l'essenza, che ti dona la forza per essere e per non spegnere mai l'entusiasmo dell'essere.
Mi chiedevi come io concepivo l'amore. Se mi potevo annullare per Un amore. Quella sera non ti ho risposto, ma ora, qui, accucciata nell'angolo di questo treno che ritorna inarrestabile, palpitano in me le parole che non ti ho detto. L'amore per me è l' ALTRO, dove l'altro è l'UMANITA', indistinta, unica: UT OMNES UNUM SINT. E' un Uno indistinto, un Uno qualsiasi.
Lo vedi che cammina per le strade di Vienna, lo vedi nei sorrisi dei bambini, nelle mani della gente che lavora e non dorme mai. Lo vedi nelle lacrime, nelle risate, nelle parole. Lo vedi, lo senti, ti tocca. Come te, anch'io sono folle, ma non per Un amore, bensì per l'Amore. L'amore, dico quello verso la persona che ami, è come una sorgente in cui puoi sempre abbeverarti nell'aridità del mondo; è come un serbatoio di energia in cui due anime si fondono e da dove sgorga una nuova forza da spendersi verso gli Altri.
Nel mondo, intorno a noi, c'è tanta indifferenza, tanto freddo, tanta irriconoscenza, tanta paura d'amare. Se guardiamo a tutto questo, hai ragione tu: i buoni sentimenti non esistono, né mai esisteranno. Ma c'è solo questo? Solo l'interesse? La falsità , il potere, il fare solo per sé?
Solo questo? NO. Ognuno nella sua corazza ha sete di amore e di libertà, quella libertà che ti fa prendere il volo. Questo volo non è semplice, me lo hai detto tu. Sbattiamo, ci fracassiamo la testa sempre contro qualcuno o qualcosa. A volte non abbiamo nemmeno più la forza per aprire le ali, per dire "C'è sempre qualcosa per cui posso volare."
Che queste nuvole in corsa ti portino ora il mio messaggio "Loredana, riprendi fiducia: dipingi la tua anima, colorala di vita, incanta l'uomo grigio nell'azzurro della tua esistenza. Vestiti di meraviglia, gioca con l'innocenza, inchinati di fronte all'umiltà, bacia l'amore, ma non essere soffocata dall'amore, non bruciare l'entusiasmo dell'essere.
Essere colore, essere cielo, essere neve, ma Essere. Spegnersi infine del nulla. E poi, luce, luce,luce nuova."
E intanto il treno va, il treno della mia identità.

Sighinolfi Sara
Indietro Ti sei perso? Clicca qui!