I love you, identità e diversità nel mondo che cambia

Concluso il progetto che ha coinvolto la scuola secondaria di I grado Galileo Ferraris, un video propone le impressioni personali dei ragazzi

 

 

 

 

 

 

 

 

Il progetto

 

I love you. Identità e diversità nel mondo che cambia è un progetto nato dalla collaborazione tra le biblioteche Delfini e Poletti, l'Archivio Storico e la Scuola secondaria di I grado Galileo Ferraris, IC 4 di Modena.

Le classi hanno svolto un lavoro di analisi e confronto sul fenomeno complesso dello human flow, indagando da diversi punti di vista una delle grandi sfide globali del XXI secolo, a partire da due bibliografie pubblicate su BiblioMo, il portale delle biblioteche del Polo Bibliotecario Modenese, dedicate ai temi dell'identità e della diversità: I love you e Radici, memorie, anziani.

Nel corso del progetto i partecipanti hanno visitato le mostre Keine Papiere alla biblioteca Poletti e Nomen Omen all'Archivio Storico. UniMoRe ha proposto alle classi una lezione a cura del prof. Elio Tavilla su disuguaglianza e discriminazione a Modena, dal titolo Non sempre uguali.

Il Teatro dei Venti ha condotto un laboratorio teatrale frequentato da una selezione di studenti delle Ferraris insieme ad alcuni ragazzi provenienti dai doposcuola del territorio. Il laboratorio, iniziato in presenza e conclusosi on line a causa della pandemia, ha dato ai partecipanti nuovi strumenti per liberarsi da modelli comunicativi usuali, rendendoli capaci di esprimersi non più solo con le parole, ma con la gestualità, scovando dentro di sé risorse nuove.

Il progetto è tra i vincitori del concorso di idee per la valorizzazione dei beni culturali “Io Amo i Beni Culturali – IX Edizione”, organizzato dall'Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con l'Ufficio scolastico dell'Emilia-Romagna, MODE – Museo Officina dell'Educazione dell'Università di Bologna e con il patrocinio di Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, rivolto alle scuole secondarie di I e II grado, ai musei, agli archivi e alle biblioteche della regione.

 

 

Un video dedicato all'esperienza dei ragazzi

 

Un video propone le immagini delle varie fasi del progetto attraverso le voci e i volti dei ragazzi reduci da incontri, laboratori, letture e riflessioni sul tema dell'identità e della diversità.