Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

MENS-A 2020, festival di “cultura diffusa” in E-R

Chiostro Delfini, ore 20.30 - 22 sett.: interventi di Stefano Bartezzaghi e Michele Colajanni; 23 sett. interventi di Roberto Esposito ed Elio Tavilla

 

 

 

 

 

 

 

 

MENS-A 2020

festival di “cultura diffusa” in Emilia-Romagna, 12 settembre / 9 ottobre 2020

 

Tema: RIPARARE

riparare il tempo, la storia, la vita, l'ambiente, recuperare rapporti, ripartire... l'arte come riparazione.

 

Cos'è MENS-A

MENS-A è il solo evento Internazionale sul pensiero ospitale e cosmopolitismo in Italia, nella consapevolezza della funzione storica della cultura quale unico strumento che consente comunicazione e dialogo fra gli uomini e le società. L'obiettivo di MENS-A è quello di creare una rete che valorizzi innovazioni di processi, il pluralismo culturale, il patrimonio vivente, in un orizzonte di cultura "diffusa" e turismo intelligente.

Il tema di MENS-A 2020, RIPARARE, è argomento molto urgente, vista l’attuale situazione di allarme mondiale. Non vi è solo il degrado sociale, valoriale, ambientale, oggi si tratta di preservare e riparare la vita, la salute, la persona con le proprie fragilità e incertezze.

Il tema verrà trattato in tutte le sue accezioni e complessità e declinato in modo differente nelle diverse città. RIPARARE è una bellissima parola. È a fondamento del saper ricreare, elaborare, cambiare. Si ripara un torto, un errore, ma anche un progetto, una realtà del mondo. Si riparano i danni e le mancanze, i guasti e le dimenticanze. C’è la riparazione dei danni di guerra, la riparazione legata alla preghiera, al pentimento, alla storia. Poi, in questo tempo di paura è necessario riparare con responsabilità e presenza. È necessario correre ai ripari per la salute dell’uomo, della società e del pianeta. Cerchiamo di riparare, ricucire ferite reali e simboliche, si riparano pure i tessuti del corpo, le cellule, gli organi. Riparare è l’opposto di rottamare con noncuranza. Per riparare sono necessarie azioni e decisioni della persona, che le macchine non sanno né possono compiere adeguatamente. Poiché l’atto di riparare non è mai unico o prevedibile, ogni riparazione ha un suo percorso, una sua necessità specifica.


PROGRAMMA

17-18 settembre, Bologna

22-23 settembre, Modena

24 settembre, Parma

26 settembre, Ravenna

8 ottobre, Reggio Emilia

9 ottobre, Bologna (chiusura)

 

 

I APPUNTAMENTO

Modena, ore 20.30, Chiostro del Palazzo Santa Margherita/Delfini (MO)

 

martedì 22 settembre

Riparare: Comunicazione, Filosofia, Storia

Stefano Bartezzaghi (doc. di Semiotica, IULM, Milano)

Al riparo delle parole

Michele Colajanni (doc. di Sistemi e lab. informazioni, UNIMORE)

Riparare l'uomo del 2020

Introduce e modera: Andrea Bortolamasi (assessore Cultura Comune Modena)

 

mercoledì 23 settembre

Roberto Esposito (doc. di Filosofia teoretica, Scuola Normale Superiore, Pi)

Istituire, conservare, innovare

Elio Tavilla (doc. di Storia del diritto, UNIMORE)

Riparare la storia e le sue ferite

Introduce e modera: Andrea Bortolamasi (Assessore Cultura Comune Modena)

 

Gli incontri sono aperti al pubblico e gratuiti. Necessaria prenotazione: tel. 340 5933823 (ore 10-13/15-18)

Tutte le informazioni saranno via via disponibili sul sito www.mens-a.it

Programma (pdf)



Nella foto di copertina: Stefano Bartezzaghi.