Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Raccontalatuacitta / Modena in tavola / Modena in tavola / Gnocco fritto
Raccontalatuacitta

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Modena in tavola / Gnocco fritto

Ingredienti per 5 persone:
1kg di farina  - 550g di latte  - olio di oliva per l'impasto  - sale q.b

Per friggere:
olio di semi

Per farcire:
salumi o formaggi a piacere

 

Procedimento: 

Su di una spianatoia disporre la farina a fontana e versare a l centro il sale, l'olio e il latte (1). 
Con una forchetta amalgamare il tutto alla farina, quindi lavorare gli ingredienti fino ad ottenere una palla di pasta omogenea (2). 
Ricoprire con pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per almeno un paio d'ore, perché la consistenza dell'impasto diventi elastica (3).

Trascorso il tempo di riposo riprendere in mano la pasta e iniziare a stenderla sulla spianatoia con l'aiuto di un mattarello fino a renderla sottile qualche millimetro (4), perché una volta immersa nell'olio tenderà a gonfiarsi, generando le classiche bolle). 
Con l'apposita rotella o con un coltello affilato tagliare la pasta a forma di rettangoli o losanghe di circa 10 cm di lunghezza (5).

In una pentola con il bordo alto far scaldare l'olio per la frittura. Immergere pochi pezzi di pasta per volta ed estrarli scolandoli man mano che prendono colore e volume (6). 
Lasciarli sulla carta assorbente per qualche minuto e spostarli in un cestino, ammucchiati gli uni sugli altri per trattenere il calore. 
Farcire a piacere con salumi o formaggi e gustare ben caldo.

Le varianti degli chef

 Ermes

 Gaetano Strippoli 

Le varianti dei modenesi

Daniela Barbieri scrive: "Lo mangio solo da quando avevo 5 anni ed ora al 5 aggiungiamo un 6...Lo faceva mia nonna la mattina ai braccianti che andavano in campagna a lavorare e via di seguito negli anni. Ma quando è impastato e subito dopo fritto non fa le bollicine. Avrebbe dovuto mettere una foto del vero gnocco fritto: le mani che impastano sono certa mi daranno ragione. Adoro il o lo gnocco fritto......buona giornata..."


Anna Bizziocchi scrive: "1 kg.farina, 5 cucchiaini sale, 5 cucchiai olio, per impastare metà acqua gassata metà latte, un pizzico di bicarbonato."... 
"parto con 1 bicchiere normale di minerale gassata e 1 bicchiere di latte pian piano fino ad ottenere un impasto morbido."... 
"Impastare bene lasciare riposare alcune ore e fare gnocchi rotondi o a losanghe, friggere in abbondante olio di arachide (o strutto). Buon appetito!!!"


Secondo Matteo scrive: "Un cucchiaino d'aceto di mele nell’ impasto, renderà meno unto e più digeribile lo gnocco fritto, senza per altro modificarne il gusto, provate e fattemi sapere."

Anna Bizziocchi scrive: "In italiano è lo gnocco,ma a mòdna l'è al gnòc frèt......"

Raffaella Rustichelli scrive: "Io non metto latte metto farina sale strutto lievito e un po di acqua mia madre che era di Savignano lo faceva cosi"

Stefania Scianti scrive: "Manca l'acqua x l'impasto e un po di latte , poi si frigge nello strutto , più gustoso e meno unto, niente lievito che assorbe solo il grasso ma acqua frizzante basta! Poi e' libera scelta di ognuno come farlo ma cosi ti assicuro che ne puoi mangiare 20 pezzi (piccoli naturalmente nn dei fazzoletti)"


Modena in Tavola propone a nostra versione dei piatti più famosi di Modena. 
Accanto a questa vorremmo raccogliere anche le vostre. 
Inviateci le vostre ricette a monetvideo@comune.modena.it (se desiderate anche accompagnate da foto o video).
Le versioni più interessanti, originali o golose saranno pubblicate su queste pagine.