Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2007 / Novembre / OPERAZIONE PANE COMUNE: A MODENA "BAULETTO" A PREZZO FISSO
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

27/11/2007

OPERAZIONE PANE COMUNE: A MODENA "BAULETTO" A PREZZO FISSO

Accordo tra il Comune e i panificatori per rispondere agli aumenti del prezzo del pane.

A Modena dai primi di dicembre il pane comune sarà in vendita a 2,50 euro al chilo nei punti vendita che aderiscono all’Operazione pane comune. È questo, infatti, il nome dato alla sperimentazione nella quale il Comune di Modena, in collaborazione con le associazioni di categoria, sta coinvolgendo i panificatori della città. Per il momento le adesioni sono di 25 punti vendita, ma l’invito a partecipare è ancora aperto a tutti i panificatori del territorio comunale. Fino al 31 maggio 2008 i punti vendita aderenti proporranno il pane comune di tipo “bauletto” al prezzo fisso di 2,50 euro al chilo. Inoltre offriranno ai possessori della Family card, la carta sconto pensata dal Comune di Modena per le famiglie con tre o più figli minorenni, un ulteriore sconto del 30% su tutti i tipi di pane, nei pomeriggi dei giorni feriali.
“Con Operazione pane comune intendiamo promuovere il consumo del pane, valorizzare la qualità del servizio svolto dagli artigiani panificatori e contribuire a ristabilire il clima di fiducia tra consumatori e produttori, dopo le recenti polemiche sull’aumento del prezzo del pane”, spiega l’assessore alle Politiche economiche del Comune di Modena Stefano Prampolini: “l’iniziativa, che abbiamo promosso in collaborazione con le associazioni di categoria, fa parte delle azioni concrete avviate per sostenere economicamente le famiglie modenesi. Allo stesso tempo, con un’adeguata campagna di comunicazione a sostegno, intendiamo riconoscere la competenza, la passione e la pazienza con la quale i panificatori lavorano ogni giorno per la produzione di questo importante alimento. Il pane ha un posto fondamentale nella tradizione italiana”, conclude l’assessore, “sia da un punto di vista nutrizionale, come alimento equilibrato e completo, sia da un punto di vista di cultura artigianale, in quanto racchiude una lunga storia di passione, ricerca, maestria, tipicità, tradizione e innovazione.”
La proposta di prezzo fisso a 2,50 euro al chilo si può mettere a confronto con i dati rilevati dal Servizio statistica del Comune sui prezzi al consumo in città: a settembre 2007, nei 16 punti vendita campione, il prezzo medio del tipo di pane più venduto è stato di 3,33 euro al chilo. Sempre per quanto riguarda il tipo di pane più venduto, il prezzo massimo rilevato a settembre 2007 è stato 4,24 euro e il minimo è stato 1,93 euro.
L’Operazione pane comune è stata promossa dall’assessorato alle Politiche economiche del Comune di Modena in collaborazione con le associazioni di categoria del territorio: Ascom Confcommercio, Fam, Confesercenti, Fiar, Cna e Lapam Federimpresa. Per informazioni e per l’elenco aggiornato dei panificatori che hanno aderito è possibile rivolgersi all’assessorato alle Politiche economiche del Comune di Modena al numero 059-2032553.

Azioni sul documento