Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2017 / Settembre / ALLA TERRAMARA DI MONTALE L’ARTE DI INTRECCIARE SALICI
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

14/09/2017

ALLA TERRAMARA DI MONTALE L’ARTE DI INTRECCIARE SALICI

Domenica 17 settembre riapre il Parco archeologico all’aperto. Laboratori per ragazzi

Domenica 17 settembre riapre il Parco Archeologico della Terramara di Montale dove si può provare l’esperienza di rivivere la preistoria in un villaggio di 3500 anni fa. Un luogo dove si scoprono le tecniche di lavorazione dei principali materiali utilizzati nell’età del bronzo, e si approfondiscono con laboratori interattivi i diversi aspetti della vita degli abitanti delle Terramare.

“Intrecci di salici” è il titolo dell’appuntamento di domenica 17 settembre, che è dedicato a una tecnica per realizzare cesti di diverse forme e dimensioni che si tramanda da generazioni da quei tempi remoti. Gli abitanti delle Terramare, infatti, avevano a disposizione un’ampia varietà di piante per realizzare corde, reti e intrecci. Una delle piante più usate a questo scopo doveva essere il salice, dotato di rami lunghi, flessibili e resistenti. Il ritrovamento di resti di cesti durante gli scavi di diverse terramare, ha permesso di ricostruire l’intreccio e di riprodurlo sperimentalmente per la realizzazione di contenitori che si affiancavano, probabilmente con utilizzi diversi, a quelli in ceramica e legno.

Un nuovo laboratorio per bambini (consigliato a chi ha da 6 a 13 anni), in programma domenica per i visitatori del Parco archeologico di Montale, affianca le dimostrazioni e le spiegazioni degli esperti Monia Barbieri e Giulia Mastrolorenzo, alle istruzioni per riuscire a creare originali cestini con intrecci di fibre vegetali.

Il Parco museo archeologico della Terramara di Montale, via Vandelli (Nuova Estense), apre al pubblico nelle domeniche e nei festivi dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30 (ultimi ingressi alle 11.45 e 17.30).

Ogni 45 minuti circa partono visite guidate per gruppi di massimo 50 persone

L’ingresso costa intero 7 euro, ridotto 5, gratuito fino a 5 e oltre 65 anni di età.

In collaborazione con Comune di Castelnuovo Rangone e Castelnuovo Immagina, il Parco della Terramara propone anche quest’anno di abbinare la visita alla scoperta dell’enogastronomia del territorio in aziende locali.

Il programma e le informazioni per organizzare la visita su www.parcomontale.it e anche sulla pagina facebook “parcomontale”; telefono 059 532020.

Azioni sul documento