Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2019 / Ottobre / IN CONSIGLIO LO STATUTO DI ATER E LE RISORSE AI GRUPPI
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

09/10/2019

IN CONSIGLIO LO STATUTO DI ATER E LE RISORSE AI GRUPPI

Nella seduta di giovedì 10 ottobre, oltre alle delibere, anche interrogazioni e mozioni

Saranno le delibere sull’approvazione dello statuto che trasforma l’Associazione teatrale Emilia Romagna in Ater Fondazione e sulle risorse finanziarie per il funzionamento dei gruppi consiliari nella seconda parte del 2019 e nel 2020 alcuni dei temi principali in discussione nella seduta del Consiglio comunale di giovedì 10 ottobre.

I lavori prenderanno il via alle 14.30 con la trattazione di una serie di interrogazioni, per poi proseguire dalle 15.30, dopo l’appello, con la discussione delle proposte di deliberazione su Ater e risorse ai gruppi, e di alcuni ordini del giorno.

I temi trattati con le interrogazioni saranno, in particolare, il Direzionale Manfredini (Federica Venturelli del Pd); i lavori presso la Stazione Piccola (Alberto Bosi della Lega nord Modena); il futuro degli ex cinema Olympia e Principe (gruppo Sinistra per Modena, primo firmatario Vincenzo Walter Stella); il cortile della scuola primaria ‘Ciro Menotti’ (Lucia Connola del Pd) e l’attuazione dell’ordine del giorno approvato a gennaio avente fra gli oggetti la costruzione della nuova scuola dell'infanzia nella frazione di Villanova (Lucia Connola del Pd).

Gli ordini del giorno in discussione riguardano invece la vicinanza alle Ong che salvano vite in mare e l’impegno a ristabilire la centralità dei diritti umani in particolare nelle situazioni di emergenza dei migranti (Sinistra per Modena, Modena Solidale, Verdi e Pd); la pedonalizzazione del centro storico (Movimento 5 stelle); la verità e giustizia a oltre tre anni dall’omicidio di Giulio Regeni (Pd, Sinistra per Modena, Modena solidale e Verdi); e la richiesta dello stato di emergenza per denatalità nella città di Modena (Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia).

Azioni sul documento