Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2019 / Maggio / ALLA GUIDA UBRIACO E SENZA PATENTE, DOPPIA DENUNCIA
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

13/05/2019

ALLA GUIDA UBRIACO E SENZA PATENTE, DOPPIA DENUNCIA

Fermato dalla Municipale l’automobilista, che con un tasso alcolico quattro volte oltre il limite, è fuggito dopo l’urto contro una telecamere della videosorveglianza

Due denunce penali e il sequestro dell’auto di proprietà per l’uomo che nella serata di domenica 12 maggio si è messo alla guida ubriaco e senza patente andando infine a schiantarsi contro il palo di sostegno di una delle telecamere del sistema di videosorveglianza cittadino.

È accaduto verso le 22.45 subito dopo il cavalcavia di via Ciro Menotti, all’incrocio con via Santa Caterina. L’automobilista, che era alla guida di un suv Ford Fusion, dopo l’urto si è dato alla fuga, ma grazie al senso civico di un testimone, che ha fornito indicazioni su modello e numero di targa dell’auto, è stato rintracciato dagli agenti della Polizia municipale di Modena.

Già verso la mezzanotte della stessa serata, la pattuglia in servizio notturno è infatti riuscita a intercettare e a fermare il conducente del veicolo sulla tangenziale Pasternak, in direzione Nonantola.

L’uomo, un 35enne di nazionalità nigeriana, residente da anni a Castelfranco Emilia, sottoposto all’alcol test e alla successiva misurazione di alcol nel sangue, è risultato avere un tasso alcolico quattro volte oltre il limite previsto dalla legge. Inoltre, era privo di patente in quanto mai conseguita in Italia. È stato pertanto denunciato per guida in stato di ebbrezza (art. 186) e gli è stata sequestrata l’auto di proprietà ai fini della confisca; sarà l’autorità giudiziaria a decidere l’entità della sanzione pecuniaria e le eventuali aggravanti.

Oltre ad essere stato sanzionato in base all’articolo 189 del CdS per essersi dato alla fuga dopo il sinistro, gli è stata inoltre contestata la guida senza patente che, risultando reiterata, in quanto il 35enne era già stato fermato per la stessa violazione alcuni anni fa, si trasforma in un’ulteriore denuncia penale.

La telecamera del sistema di videosorveglianza cittadino danneggiata sarà ripristinata quanto prima.

Azioni sul documento