Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Gennaio / CONTRO LE MAFIE IL PREMIO DI STUDIO “LEGALITÀ E TERRITORIO”
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

25/01/2020

CONTRO LE MAFIE IL PREMIO DI STUDIO “LEGALITÀ E TERRITORIO”

Martedì 28 gennaio, alle 15, in Municipio, la premiazione degli studenti di Unimore che hanno vinto la prima edizione. L’incontro è aperto al pubblico

Saranno premiati martedì 28 gennaio, in Municipio, i vincitori della prima edizione del premio di studio “Legalità e territorio” promosso dal Comune di Modena e indirizzato a studenti e dottorandi delle facoltà di Giurisprudenza ed Economia dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Il premio, che fa parte del più ampio progetto “Pubblico e privato per un territorio di legalità”, ha l’obiettivo di promuovere, attraverso lo strumento della conoscenza e dell’approfondimento, una cultura della cittadinanza responsabile contro la criminalità organizzata.

Agli studenti di Unimore, infatti, è stato proposto di presentare un elaborato inedito sui temi dell’elusione, dell’evasione fiscale e del riciclaggio, della legalità e della prevenzione della corruzione e del lavoro irregolare.

La premiazione dei due studenti vincitori avverrà nel corso di un evento pubblico martedì 28 gennaio, alle 15, nella sala del Vecchio Consiglio del Palazzo comunale. A consegnare il premio saranno l’assessore con delega alle Politiche per la legalità Andrea Bosi; il professor Elio Tavilla, direttore del dipartimento di Giurisprudenza; la comandante della Polizia locale Valeria Meloncelli.

Il progetto “Pubblico e privato per un territorio di legalità” del Comune di Modena è finanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del Piano integrato delle azioni per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile e la prevenzione del crimine organizzato e mafioso e dei fenomeni corruttivi.

Oltre al Premio per gli studenti universitari, il progetto, per dare sistematicità e ampliare le azioni già intraprese nel corso degli anni dall’Amministrazione, ha visto l’attivazione di un Tavolo per la legalità al quale partecipano esponenti del mondo economico e produttivo, gli ordini professionali e la rete delle associazioni che già collaborano con il Comune. Nell’ambito dello stesso progetto, nel 2018, è stato istituito il Centro di documentazione e studi sulla legalità con l’obiettivo di dare un’impostazione scientificamente validata e competente alle azioni programmate sulla base dei contenuti e degli ambiti di intervento del “Testo Unico Legalità” della Regione Emilia-Romagna.

Azioni sul documento