Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Agosto / “GIARDINI D’ESTATE”, SHAKESPEAROLOGY, DALLA E LELLA COSTA
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

03/08/2020

“GIARDINI D’ESTATE”, SHAKESPEAROLOGY, DALLA E LELLA COSTA

Da venerdì 7 a domenica 9 agosto intervista impossibile, “La vedova Socrate” per i cent’anni di Franca Valeri e splendide canzoni italiane. Prenotazione, posti numerati, mascherina

Da venerdì 7 a domenica 9 agosto la rassegna Giardini d’estate - nell’ambito dell’Estate modenese 2020 del Comune con sostegno di Fondazione di Modena e Gruppo Hera, affidata quest’anno a Ert - propone tre appuntamenti di teatro e musica, continuando ad animare con la cultura il parco del centro storico della città.

Venerdì 7 agosto (ingresso gratuito) il collettivo Sotterraneo porta in scena “Shakespearology”, un’intervista impossibile a William Shakespeare affidata all’attore Woody Neri. Un lavoro teatrale ibrido, fra biografia e catalogo di materiali, più o meno pop, che dà voce al Bardo in persona e cerca di rovesciare i ruoli abituali: dopo i secoli che abbiamo passato a indagare la sua vita e le sue opere, ora è lui che dice la sua, interrogando il pubblico del nostro tempo.

Sabato 8 agosto (ingresso 5 euro) va in scena Lella Costa, che raccoglie l’invito di Franca Valeri, grande matriarca del teatro italiano che quest'anno compie cent’anni, a interpretare “La vedova Socrate”, il testo da lei scritto e recitato la prima volta nel 2003. La Costa veste i panni di Santippe, moglie di Socrate, considerata una delle donne più insopportabili dell’antichità: con narrazione caustica e ironica, l’attrice cerca di sfatare questa leggenda.

Domenica 9 agosto (ingresso gratuito) il Salotto Culturale Aggazzotti presenta il primo di tre suoi appuntamenti musicali ai Giardini: “Da Verdi a Dalla”. Si tratta di un concerto trasversale che abbraccia gli amanti della lirica e gli estimatori del cantautorato italiano, con un repertorio che spazia da Tenco, Dalla, Battisti/Mogol, a brani tratti da Madama Butterfly di Puccini, La traviata di Verdi e altri. Interpreti il soprano Lucia Conte, i maestri Gentjan Llukaci al violino e Denis Biancucci al pianoforte. Alla voce leggera e conduzione Sabrina Gasparini.

Gli appuntamenti hanno tutti inizio alle 21 e sono a ingresso gratuito a eccezione di “La vedova Socrate” di sabato 8 agosto (5 euro). Per tutti, prenotazione obbligatoria alla mail biglietteria@emiliaromagnateatro.com; alla biglietteria del Teatro Storchi (da giovedì a e sabato ore 10 -14, tel. 059 2136021) o, se c’è disponibilità al botteghino Giardini Ducali (un’ora prima dello spettacolo).

Distanza di almeno un metro da rispettare; obbligo di indossare le mascherine e seguire le istruzioni del personale (informazioni: www.emiliaromagnateatro.com).

Il programma è anche sul sito del Comune (www.comune.modena.it/estate2020).

Azioni sul documento