Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Settembre / PIANO PERIFERIE, SI RIQUALIFICA LA MOBILITÀ DEL QUARTIERE
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

03/09/2020

PIANO PERIFERIE, SI RIQUALIFICA LA MOBILITÀ DEL QUARTIERE

CambiaMo ha concluso le gare per i quattro lotti (2 milioni e 663 mila euro), al via i lavori: cinque rotatorie, 3,7 chilometri di percorsi ciclopedonali e via Canaletto diventa boulevard

Partiranno tra circa un mese i lavori di riqualificazione del sistema della mobilità nel quartiere del “Progetto Periferie. Ri-generazione e innovazione” dell’area nord di Modena, nella zona dell’ex Mercato bestiame. Obiettivo: migliorare e rendere più sicura la mobilità pedonale e ciclabile del quartiere e favorire la ricucitura con il centro cittadino. La società di trasformazione urbana CambiaMo spa, soggetto attuatore del Progetto per conto del Comune, infatti ha concluso le procedure di gara con la proposta di aggiudicazione alle quattro aziende, uno per ogni lotto, che potranno procedere con i cantieri in parallelo dopo le verifiche di legge e l’aggiudicazione definitiva. Il valore complessivo degli interventi è di due milioni e 663 mila euro.

In particolare, nel quartiere verranno realizzate altre cinque rotatorie oltre a percorsi ciclopedonali per 3,7 chilometri, saranno adeguate le aree di fermata dei mezzi pubblici, verranno migliorati il verde e gli arredi, oltre che potenziata l’illuminazione pubblica, e strada Canaletto sarà trasformata in un boulevard con ciclopedonali su entrambi i lati e una fascia centrale verde con alberature che ospiterà anche la filovia, mentre verrà riorganizzato il parcheggio della palazzina Pucci. La strada diventerà un elemento di connessione tra una porzione e l’altra della zona interessata dagli interventi del Piano Periferie, favorendo la permeabilità per la mobilità dolce, e sarà anche l’asse centrale per la ricucitura con il centro storico.

Tre delle cinque nuove rotatorie saranno su viale Finzi presso il collegamento con la tangenziale, all’altezza di via Gerosa e all’incrocio con stradello Soratore; le altre due su viale del Mercato all’incrocio con via Toniolo e strada Canaletto sud. Due importanti assi ciclopedonali saranno realizzati da nord a sud all’interno del nuovo comparto e da est a ovest di collegamento tra il verde della zona Sacca (zona 30) e il parco XXII Aprile lungo via Gerosa e via Toniolo. A sud di strada Canaletto si svilupperanno due ulteriori nuovi percorsi ciclo-pedonali in direzione di via Fanti: uno in affiancamento della nuova strada che prolunga viale Finzi fino all’intersezione di Porta Nord, l’altro all’interno del comparto commerciale a partire dalla piazza centrale di strada Canaletto Sud.

Sono inoltre previsti sistemi di calmierazione della velocità dei veicoli, attraversamenti pedonali con spartitraffico, potenziamento e adeguamento della segnaletica stradale. Tutta la zona di intervento, infine, sarà cablata: saranno cioè realizzate infrastrutture e canalizzazioni per portare la fibra ottica in tutte le strade e, quindi, consentire la copertura con videosorveglianza attraverso la collocazione di ulteriori telecamere rispetto a quelle già presenti.

Gli interventi, suddivisi in quattro lotti, sono stati assegnati con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (cioè valutando anche la qualità progettuale oltre che il prezzo offerto) attraverso la piattaforma telematica Sater della Regione Emilia-Romagna. I vincitori di un lotto sono stati automaticamente esclusi dagli altri lotti in modo da consentire lo svolgimento dei cantieri in contemporanea e da realizzare gli interventi nel più breve tempo possibile. Per tutti e quattro i lotti la durata prevista dei lavori è di 32 settimane dal momento dell’avvio dei cantieri. Il lotto 1 (via del Mercato 1, valore a base di gara 876 mila euro) è stato aggiudicato all’impresa Biolchini costruzioni srl; il lotto 2 (via Finzi, 677 mila euro) all’impresa Dario Pignatti srl; il lotto 3 (strada Canaletto, quasi 840 mila euro) a Gsp costruzioni srl; il lotto 4 (via Toniolo-via Gerosa, 270 mila euro) al raggruppamento temporaneo di imprese costituito da cooperativa Batea e da Comisa srl.

Nell’area del Progetto Periferie è già stato realizzato, per un valore complessivo di un milione e 800 mila euro, un intervento sulla mobilità nella zona di Porta Nord della stazione ferroviaria, con la riqualificazione del piazzale di sosta e la realizzazione una rotatoria all’incrocio tra le vie Giovanni Pico della Mirandola e Manfredo Fanti, e di un nuovo collegamento con la rotatoria che si trova tra strada Canaletto e viale Finzi.

Azioni sul documento