Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Luglio / AL CIMITERO SAN CATALDO LE "STORIE DEL GIARDINO DI PIETRA"
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

07/07/2020

AL CIMITERO SAN CATALDO LE "STORIE DEL GIARDINO DI PIETRA"

Venerdì 10 e domenica 12 luglio alle 19.30, 21 e 22.30 Caika Teatro e Musei civici al monumentale replicano visite drammatizzate fra sepolcri di modenesi illustri da raccontare

Ritornano al Cimitero Monumentale di San Cataldo a Modena le “Storie dal giardino di pietra”. Cajka Teatro d’avanguardia popolare e Musei civici ripropongono, infatti, venerdì 10 e domenica 12 luglio (in entrambe le date tre turni: alle 19.30, 21 e 22.30) le visite teatrali guidate dalle voci e i racconti di chi ha fatto la storia della città.

Tra loro, Virginia Reiter, Luigi Albinelli, Alberto Braglia e Cesare Costa, che sono alcune delle vite sospese tra luci e ombre ora scolpite nella pietra.

Il ritrovo per ogni turno (durata 45 minuti) è all’ingresso del Cimitero dalla piazzetta dei Fiorai (piazza Setti). Partecipare costa 12 euro. In osservanza delle cautele anti Covid la mascherina è obbligatoria, come la prenotazione a cajkateatro@gmail.com o telefonando a Laura 345 0851765, in orario 10 -14 e 17-20.

Lo spettacolo accompagna un numero limitato di spettatori (massimo 30) in una passeggiata suggestiva tra parole e silenzi, suoni lontani e musiche suonate dal vivo, nella quale gli attori narrano le vite dei personaggi creando atmosfere coinvolgenti e poetiche.

Il nome del cimitero di Modena è noto per l'ampliamento realizzato dal 1971 da Aldo Rossi con Gianni Braghieri ma anche la parte ottocentesca, progettata dall'architetto Cesare Costa, è un museo all'aria aperta, i cui monumenti raccontano la storia di importanti personalità cittadine e al contempo della scultura modenese tra fine ‘800 e inizio del Novecento. Vi si scoprono così eroi delle guerre, ma anche semplici partecipanti ai fatti della storia d'Italia, artisti, politici, atleti e modenesi che, nei loro diversi ruoli, hanno dato un contributo allo sviluppo di Modena.

Le visite, nell’ambito dell’edizione 2020 di “Fuori Luogo - il teatro fuori dal teatro” sono a cura di Cajka con ideazione e direzione di Luca degl’Antoni e Riccardo Palmieri e sono promosse da Comune, Musei civici, settore Economia e Promozione della città, e Dugoni Facility management. Gli appuntamenti preludono ad altre attività di Cajka con “Instabile 19” sostenute col bando per l’Estate Modenese per progetti in parchi e quartieri, il cui programma sarà presto pubblicato sul sito (www.comune.modena.it/estate2020).

Informazioni anche sulla pagina Facebook di Cajka Teatro d’avanguardia popolare.

Azioni sul documento