Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Luglio / GIARDINI D’ESTATE, SABATO CUSCUNÀ E LE CLARISSE DI UDINE
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

09/07/2020

GIARDINI D’ESTATE, SABATO CUSCUNÀ E LE CLARISSE DI UDINE

L’11 luglio alle 21 l’attrice pluripremiata con “La semplicità ingannata”, satira per attrice e pupazze sul lusso d'esser donne. Gratuito su prenotazione con misure anti Covid

“Satira per attrice e pupazze sul lusso d'esser donne”. La definizione accompagna il titolo, “La semplicità ingannata”, dello spettacolo che Marta Cuscunà, classe 1982, giovane attrice e performer pluripremiata, porta in scena sabato 11 luglio alle 21 sul palco dei Giardini Ducali di Modena in corso Canalgrande. Lo spettacolo, seconda tappa del progetto “Resistenze femminili in Italia” è il secondo in programma ai “Giardini d’Estate”, rassegna a cura di Ert nell’ambito dell’Estate modenese del Comune, con sostegno di Fondazione di Modena e Gruppo Hera.

“La semplicità ingannata” è liberamente ispirato alle opere letterarie di Arcangela Tarabotti e alla vicenda delle Clarisse di Udine che attuarono una forma di resistenza unica: trasformarono il convento in uno spazio di contestazione, libertà di pensiero e dissacrazione dei dogmi religiosi e della cultura maschile, con un fervore culturale impensabile per l’universo femminile dell’epoca.

“Lo spettacolo - spiega l’autrice e protagonista - non è un documentario ma un progetto artistico dove il teatro è anche la possibilità di tradire il dato certo o quantomeno di considerare il dato certo come un punto di partenza, un trampolino per un racconto che abbia come soggetto principale la società e le donne e gli uomini che la compongono. E mette in scena il destino collettivo di generazioni di donne e della possibilità di farsi ‘coro’ per cambiarlo”

Marta Cuscunà, friulana di Monfalcone, ha ricevuto premi e riconoscimenti, fra cui Premio Hystrio - Altre Muse (2019), Anct Associazione Nazionale Critici di Teatro (2018), Premio Rete Critica (2017) e finalista all’Ubu miglior performer (2016)..

Per Ert ha creato con Marco D’Agostin, Chiara Bersani e Sotterraneo il dispositivo ludico “Chi vuol essere repubblicano?” per l’ultima Festa della Repubblica. Al momento è in residenza con Emilia Romagna Teatro Fondazione per la nuova produzione “Earthbound” che debutterà a gennaio 2021.

L’ingresso alla platea dei Giardini è gratuito con posti contingentati e prenotazione obbligatoria via e-mail (biglietteria@emiliaromagnateatro.com) alla biglietteria del Teatro Storchi (giovedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 14, tel. 059 2136021) o, in caso di disponibilità, anche al botteghino ai Giardini Ducali (che apre un’ora prima dell’inizio dello spettacolo).

Tutti gli appuntamenti dei Giardini d’Estate si svolgono in sicurezza e applicando le disposizioni anti Covid – 19 (mascherine, distanziamento, disinfettanti) con assistenza del personale di sala (info www.modena.emiliaromagnateatro.com).

Domenica 12 luglio ai Giardini d’Estate alle 21 è in programma “Il nemico siamo noi – Lezione di Storia in musica”.

Il programma è anche sul sito del Comune (www.comune.modena.it/estate2020).

Azioni sul documento