Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Luglio / NON RISPETTATE LE NORME SUL COVID: MULTATI DUE NEGOZI
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

02/07/2020

NON RISPETTATE LE NORME SUL COVID: MULTATI DUE NEGOZI

Controlli della Polizia locale negli esercizi di vicinato di vicolo Caselline e via Fonteraso: trovati anche 70 prodotti alimentari scaduti. Sanzioni per oltre 4 mila euro

Mancanza dei cartelli informativi sul Covid-19 e prodotti scaduti messi in vendita, ma anche scarse indicazioni sugli orari di apertura e merce commerciata senza il prezzo. Proseguono i controlli della Polizia locale di Modena negli esercizi commerciali: gli accertamenti sono finalizzati ad assicurare il rispetto delle prescrizioni sul contenimento del virus, a partire dalle norme di comportamento dei clienti, come il distanziamento sociale e l’utilizzo della mascherina. Dopo le verifiche effettuate martedì 30 giugno, due negozi del centro storico sono stati sanzionati per complessivi 4.330 euro.

Il servizio ha impegnato gli agenti di Polizia commerciale del centro storico che, durante il presidio del territorio, hanno sottoposto ad accertamento gli esercizi di vicinato di via Fonteraso e vicolo Caselline, già oggetto di segnalazioni dei cittadini. Nell’attività di via Fonteraso gli operatori hanno riscontrato la parziale mancanza delle informazioni sul Covid-19, mentre sugli scaffali è stata trovata merce scaduta. Si tratta di barattoli di verdura e confezioni di spezie rimasti in vendita oltre il termine di conservazione, che in alcune circostanze risaliva a fine 2019, in tutto 70 pezzi che sono stati sequestrati. Infine, in alcuni casi dai prodotti commerciati mancavano i prezzi. Le multe comminate ammontano per il momento a circa 1.430 euro (dei quali 400 euro per la violazione delle norme sul Coronavirus); la sanzione amministrativa per i prodotti scaduti è in corso di definizione e sarà modulata secondo la tipologia societaria del negozio.

Anche nel negozio di vicolo Caselline è stato rilevato che l’informazione sull’emergenza sanitaria era resa solo parzialmente (le prescrizioni per i clienti erano scritte a mano su un foglio); gli agenti hanno constatato, poi, l’assenza dei prezzi della merce e dei cartelli sugli orari di apertura e sul divieto di fumo. Le sanzioni in questo caso arrivano a circa 2.900 euro, compresa la multa di 400 euro per la normativa sul Covid-19.

Durante i controlli, che continueranno in centro storico nei prossimi giorni, non erano presenti i rappresentanti legali dei due negozi; la Polizia locale verbalizzerà quindi d’ufficio le contestazioni. Ora gli esercizi commerciali devono ripristinare una corretta comunicazione delle norme di comportamento per la prevenzione del virus.

Azioni sul documento