Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2020 / Luglio / PARCO NOVI SAD / 2 – AL VIA IL PIANO PER IL RILANCIO
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

08/07/2020

PARCO NOVI SAD / 2 – AL VIA IL PIANO PER IL RILANCIO

Partite le iniziative di animazione all’aperto; presto anche i volontari nel presidio del parco. Prossimi passi il potenziamento di illuminazione e videosorveglianza

Il progetto “Parco Novi Sad, azioni integrate per la sicurezza urbana” nasce per migliorare vivibilità e sicurezza dell’intera a rea verde a ridosso del centro. Elaborato dall’ufficio Legalità e Sicurezze del Comune in collaborazione con i settori Ambiente, Lavori pubblici, Politiche giovanili e Sport, il piano parte da una valutazione dello stato di fatto e delle relative criticità per ideare e realizzare una serie di interventi di riqualificazione di diverso tipo che coinvolgeranno anche associazioni e altri soggetti, per   cambiare il modo di fruire il parco e di favorirne la frequentazione da parte delle famiglie e dei cittadini. 

A breve sarà definita anche la collaborazione dei volontari della sicurezza per l’attività di presidio del parco in chiave antidegrado per quanto riguarda soprattutto la sensibilizzazione all’uso corretto dell’area verde, mentre hanno già preso il via le iniziative di musica, danza, divulgazione all’aperto organizzate dalla Tenda e in parte finanziate anche nell’ambito del progetto per il Novi Sad.

E sono già in programma i primi sopralluoghi per il miglioramento dell’illuminazione del parco, uno dei punti caratterizzanti il progetto, che prevede  il potenziamento dei punti luce attualmente presenti e la sostituzione con lampade più performanti.

Inoltre, accanto all’attività di controllo esercitata dalla Polizia locale e dalle altre Forze dell’Ordine, sarà potenziato il sistema di videosorveglianza integrandolo con ulteriori telecamere  e potenziando anche la qualità di trasmissione dati.

Da settembre, con la riapertura delle scuole, sarà attivato anche il servizio di educativa di strada che in collaborazione il servizio dipendenze patologiche dell’Ausl, per il monitoraggio di fenomeni di illegalità e per la prevenzione del disagio e della devianza giovanile, oltre che per la prevenzione e il contrasto al consumo di sostanze stupefacenti e abuso d’alcol.

Azioni sul documento