Liberiamolaria - Manovra antismog

In vigore dall'1 ottobre 2021 al 30 aprile 2022


L'Ordinanza prot. 285983 del 27/09/2021, dispone misure ordinarie e misure emergenziali di limitazione alla circolazione e altre misure in materia di tutela della qualità dell'aria.

Misure ordinarie

Limitazioni alla circolazione

Dal 1° ottobre 2021 al 30 aprile 2022 da lunedì a venerdì e nella giornata di domenica, dalle 8.30 alle 18.30, sono previste limitazioni alla circolazione nell’area definita dall'Ordinanza.

Il divieto è sospeso nelle giornate festive infrasettimanali di: lunedì 1° novembre 2021, mercoledì 8 dicembre 2021, giovedì 6 gennaio 2022, lunedì 31 gennaio, lunedì 18 aprile 2022 e lunedì 25 aprile 2022.
Tutte le domeniche è previsto il divieto di circolazione tranne domenica 31 ottobre 2021, 26 dicembre 2021 e 17 aprile 2022.
La manovra ordinaria è sempre sospesa nella giornata del sabato.

Veicoli che NON possono circolare

  • veicoli Benzina Euro 0 (pre euro), Euro 1 ed Euro 2
  • veicoli Gpl/benzina o Metano/benzina Euro 0 (pre euro) ed Euro 1
  • veicoli diesel pre Euro 0 (pre euro), Euro 1, Euro 2 ed Euro 3
  • ciclomotori e motocicli Euro 0 (pre euro) ed Euro 1
  • veicoli diesel Euro 4 (solo quando sono in vigore le domeniche ecologiche e le misure emergenziali)

Sono previste deroghe al divieto di circolazione

Veicoli che possono sempre circolare

Altre misure

Nel periodo della manovra, in tutto il territorio comunale, sono in vigore le seguenti limitazioni:

  • nelle unità immobiliari dotate di sistema multicombustibile, divieto di utilizzo per il riscaldamento domestico di biomasse (legna, pellet, cippato o altro) sia nei generatori con potenza nominale fino a 500 kW con certificazione ambientale inferiore a 3 stelle sia nei focolari aperti o che possono funzionare aperti; nei generatori di calore funzionanti a pellet è obbligatorio utilizzare pellet certificato da un organismo di certificazione accreditato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17255-2:2014
  • operazioni di bruciatura di sterpaglie, residui di potatura e simili e scarti di vegetali di origine agricola. Sono sempre fatte salve deroghe a seguito di prescrizioni emesse dall’Autorità fitosanitaria. Nelle zone non raggiungibili dalla viabilità ordinaria, è prevista la deroga a tale divieto per soli due giorni all’interno del periodo dal 1° ottobre al 30 aprile di ogni anno, limitatamente alla combustione in loco di soli residui vegetali agricoli o forestali in piccoli cumuli non superiori a tre metri steri per ettaro al giorno. La deroga è consentita solo nei giorni in cui non siano state attivate le misure emergenziali per la qualità dell’aria e sempre che non sia stato dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi.


Misure emergenziali

Limitazioni alla circolazione

Le misure emergenziali sono applicate sulla base del bollettino emesso da Arpae nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì fino al 30 aprile 2022. Il bollettino è consultabile sul sito Liberiamolaria regionale.

Le misure emergenziali scattano già a partire dal giorno successivo alla comunicazione di Arpae e restano in vigore fino al giorno di controllo successivo incluso (compresi sabato, domenica e festivi se inclusi nei giorni in cui sono attive le misure emergenziali). I giorni in cui sono applicate le misure emergenziali sono indicati con un bollino rosso nel bollettino Arpae.

Veicoli che non possono circolare

Nell’area soggetta alle limitazioni alla circolazione, dalle 8.30 alle 18.30, non possono circolare:

  • veicoli benzina Euro 0 (pre euro), Euro 1 e Euro 2
  • veicoli diesel Euro 0 (pre euro), Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4
  • veicoli GPL/benzina o metano/benzina Euro 0 (pre euro) e Euro 1
  • ciclomotori e motocicli Euro 0 (pre euro) e Euro 1

Sono previste deroghe al divieto di circolazione

Possono sempre circolare

Altre misure

In tutto il territorio comunale sono in vigore le seguenti limitazioni:

  • divieto di utilizzo di biomasse (legna, pellet, cippato o altro) in tutte le unità immobiliari dotate di riscaldamento multicombustibile
  • la temperatura negli ambienti di vita riscaldati non deve superare i seguenti valori massimi: 19°C (+ 2°C di tolleranza) negli edifici adibiti a residenza, uffici, attività ricreative e di culto, ad attività commerciali e ad attività sportive; 17°C (+ 2°C di tolleranza) nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali. Sono esclusi dalle limitazioni: ospedali, cliniche e case di cura, edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli
  • divieto di combustioni all'aperto (falò, barbecue..) comprese le operazioni di bruciatura di sterpaglie, residui di potatura e simili e scarti di vegetali di origine agricola
  • divieto di spandimento dei liquami zootecnici. Sono escluse dalle limitazioni di cui sopra le tecniche di spandimento con interramento immediato dei liquami e con iniezione diretta al suolo.

Informazioni utili


Liberiamolaria


Resta informato con Telegram

Iscriviti al canale per ricevere informazioni e aggiornamenti sulle misure emergenziali

Nome canale: @ComuneMO-allerta


Liberiamolaria

Facebook Arpae

Twitter Arpae


Questa pagina ti è stata utile?