Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

No-deal Brexit: taglio ai fondi Horizon 2020 per il Regno Unito

La Camera dei Lord britannica ha analizzato attraverso uno studio le implicazioni della Brexit a breve e a lungo termine in riferimento alla partecipazione ai programmi Horizon 2020 ed Eramus+ nell'ipotesi di un no-deal. Quanto è emerso risponde ad un quadro preoccupante: sebbene il Regno Unito si sia impegnato a sottoscrivere i finanziamenti Horizon fino alla fine del 2020, un'uscita dall'UE senza accordo precluderebbe al Paese l'accesso allo European Research Council e alle Marie Sklodowska-Curie Actions, non aperti alla partecipazione di Paesi terzi e le cui sovvenzioni corrispondono a circa il 44% del totale dei finanziamenti ricevuti da Horizon 2020.

Ciò, ovviamente, genera grande incertezza nel mondo accademico britannico sulle possibilità di ricerca e sui finanziamenti futuri, considerando la difficoltà di replicare gli schemi di ricerca europei a livello nazionale.

A 46 giorni dal congedo ufficiale del Regno Unito dall'UE, ancora non sono stati delineati accordi precisi con Bruxelles in relazione ai due suddetti programmi.

 

Per ulteriori informazioni: https://sciencebusiness.net/news/no-deal-would-cut-uks-horizon-2020-funding-almost-half-report-finds