Tu sei qui: Home / Atlante delle architetture del '900 di Modena / Architetture industriali

LE ARCHITETTURE INDUSTRIALI

L’ATLANTE DELLE ARCHITETTURE DEL LAVORO E DELLA PRODUZIONE, curato da Matteo Sintini, è tratto dal volume “Città e architetture industriali. Il Novecento a Modena” (2015), a cura di Vanni Bulgarelli e Catia Mazzeri, prodotto dal Comune di Modena, Ufficio Ricerche e Documentazione sulla Storia Urbana con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e in collaborazione con l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Modena, dell’Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna e del Consorzio Attività Produttive Aree e Servizi. Segue il volume “Città e architetture. Il Novecento a Modena” (2012) che include il relativo atlante con 101 schede. Entrambi i volumi sono editi dallo da FRANCO COSIMO PANINI EDITORE e seguono analoghe metodologie scientifiche e strutture editoriali.

La versione web dell’Atlante delle architetture industriali propone 54 sintetiche schede storico-critiche di edifici destinati alla produzione, e due macro-schede dedicate ai villaggi artigiani modenesi e al complesso Ferrari a Maranello. I complessi produttivi sono stati selezionati sulla base di alcuni criteri guida e, ovviamente, non esauriscono il più vasto patrimonio storico architettonico industriale locale.

Si tratta di opifici, laboratori, stabilimenti o strutture, rappresentativi della storia dell’industrializzazione di diversi settori della produzione presenti nell’area modenese nel corso del Novecento. Gli edifici scelti presentano inoltre caratteristiche tipologiche e architettoniche significative per l’evoluzione del linguaggio, dei materiali impiegati e della collocazione nello spazio urbano. Per questo non vi sono riferimenti ai complessi agricoli, mentre sono presenti esempi di edifici industriali collocati in spazi extraurbani, esempio di un territorio pervaso dall’insediamento manifatturiero. Coerentemente con l’impianto complessivo delle ricerche e dei saggi presenti nel volume, pur rimanendo preminente l’analisi del capoluogo, si è estesa l’area ad altri territori come Sassuolo e Carpi e ad alcune fondamentali emergenze puntuali sparse. La struttura dell’Atlante si articola quindi in tre sezioni: una dedicata alle manifatture propriamente intese, una seconda proponente il tema dell’infrastruttura e dei servizi, come supporto necessario alla produzione industriale e, infine, una terza, incentrata sugli stabilimenti situati nel territorio provinciale.

Completano l’Atlante, approfondimenti su due casi che rappresentano una specificità del territorio modenese, relativamente allo sviluppo degli insediamenti industriali, in particolare alla scala urbana. Il primo interessa le vicende della costituzione dei villaggi artigiani e industriali di Modena, per la mixitè tipologica e architettonica espressa e per il portato, anche culturale, in essi presente. Il secondo propone un ragionamento critico sulla costituzione e costruzione della cittadella Ferrari di Maranello, alla luce delle specificità che la differenziano, per certi versi, da altri modelli insediativi in cui il rapporto produzione e architettura, contribuisce alla creazione di un’immagine aziendale.
La redazione dell’Atlante è a cura di Matteo Sintini, con la collaborazione di Vanni Bulgarelli per la selezione e documentazione storico-economica delle imprese e per le ricerche iconografiche, condotte con l’aiuto di Matteo Cassani Simonetti.

Le schede recano l'indirizzo secondo lo stradario attuale, l'anno di progettazione o, ove ignoto, quello di costruzione e il nome del progettista.

Naviga tra le schede cliccando sulle aree tematiche di seguito elencate. 

Scarica la Mappa e l'indice cronologico per collocare le opere nel territorio.


MANIFATTURE MODENA
INFRASTRUTTURE E SERVIZI
MANIFATTURE PROVINCIA
I VILLAGGI ARTIGIANI DI MODENA
MARANELLO, LA FERRARI E LA CITTA’


Copyright©2015Comune di Modena