Tu sei qui: Home / Città, natura e ambiente

Città natura ambiente

 

Questa sezione del sito propone temi e materiali, sviluppati e prodotti, nell’ambito del Progetto Città sostenibili. Storia, natura, ambiente ideato e realizzato dall’Ufficio ricerche e documentazione sulla storia urbana del Comune di Modena, relativi ai rapporti tra i sistemi urbani e i loro contesti naturali e ambientali, anche storicamente determinati.

Il Progetto Città sostenibili nasce nel 2000 prendendo l'avvio da una idea di Catia Mazzeri, responsabile dell’Ufficio Storia Urbana, e di Vanni Bulgarelli, esperto ambientale, allora Consigliere dell’Agenzia Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (ANPA), e oggi consulente del Progetto. In seguito, il 14 e 15 Marzo del 2001 vennero organizzate due Giornate di studi con la partecipazione di numerosi esperti ed istituzioni di rilievo nazionale e internazionale. A partire dal 2014 l’attività dell’ufficio si è concentrata sui temi della storia urbana e dell’architettura, in particolare dell’area modenese.

Nel 2003, per iniziativa dell’Assessorato alle Politiche ambientali, sulla base del riconosciuto valore delle attività svolte nell’ambito del Progetto, si è costituito un Gruppo di Lavoro dell'Associazione Nazionale Coordinamento Agende 21 Locali Italiane denominato “Città Sostenibili”, che si è a lungo occupato degli aspetti culturali della trasformazione sostenibile e partecipata del territorio e della città. Il suo coordinamento è stato tenuto dagli assessorati all’ambiente del Comune e della Provincia di Modena. Le attività tecnico-scientifiche e di organizzazione degli eventi sono state dirette e condotte dallo staff del Progetto.

In parallelo all’attività più direttamente inserita nel Progetto Città sostenibili condotta dall’Ufficio, si sono quindi sviluppati molteplici progetti e iniziative di informazione e cultura ambientale, con al centro la città e il territorio, come elemento essenziale nei temi dell’Agenda 21 Locale. Tra i numerosi progetti ideati dal team di Città sostenibili per l’Associazione Nazionale Coordinamento Agende 21 Locali Italiane si ricordano: Pianificare con l’ambiente, Partecipazione e pianificazione in area vasta, il Clima delle città, quest’ultimo accessibile dalla home page del sito web. Nel 2014 l’Associazione ha deciso di interrompere il sostegno ai gruppi di lavoro e modificare l’organizzazione delle proprie attività.

Nella sezione Programmi sono disponibili informazioni sulle lezioni, i convegni e conferenze che costituiscono una parte delle attività con le quali si realizza l’informazione sulla storia ambientale urbana. Parte di questa attività è stata programmata nel quadro delle collaborazioni con l’Associazione Nazionale Coordinamento Agende 21 Locali Italiane. In Progetti è inserita la descrizione e la documentazione delle principali linee di lavoro e dei relativi prodotti e in particolare dell’Atlante storico ambientale urbano di Modena la cui versione on line è accessibile anche dalla home page e l’Annale La città e l’ambiente riguardante le trasformazioni urbane e ambientali della città di Modena nel Novecento, sempre accessibile anche dalla home page. Tra le Pubblicazioni realizzate si segnalano gli atti delle giornate di studio, che nel 2001 hanno costituito i fondamenti culturali del Progetto Città sostenibili e il volume Città e ambiente tra storia e progetto, entrambi pubblicati da Franco Angeli. Nelle news di città natura ambiente, c’è la raccolta delle notizie sul tema pubblicate sul sito web.

Hanno collaborato partner di rilievo nazionale, tra i quali: l’Istituto Nazionale di Urbanistica, l’ISPRA, docenti dei politecnici di Torino e di Milano, dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Roma, Siena, IUAV, l’Associazione Coordinamento Nazionale Agende 21 Italia, l’AISU. Un particolare riconoscimento e un ricordo affettuoso va a Federico Oliva che ha costantemente partecipato a numerose attività, cogliendo dal 2007, da Presidente dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, l’opportunità di un comune lavoro sul tema del cambiamento climatico nelle città e poi più in generale sull’urbanistica e la sua storia, partecipando con testi e contributi alle iniziative pubbliche ed editoriali dell’Ufficio.