Museo Casa Enzo Ferrari

Fonti: # D. Sudjic, Future Systems, Phaidon, Londra 2006, pp. 126-128. # Un cuore troppo veloce. Future Systems per Modena: Casa natale Enzo Ferrari e Nuova galleria espositiva. Dialogo tra Stefano Casciani e Andrea Morgante. Filmato, a cura di Lucio Fontana, Fabrizio Lugli, presentato in occasione del convegno “Progettare architetture per la collettività. Riflessioni sul significato di opera pubblica”, Modena, 18 giugno 2010. # D. Sudjic, La fungibilità della tecnologia, in “Casabella” n. 812, apr. 2012, pp. 8-22. # M. Biagi, Tecnologia nautica in copertura, in “Casabella” n. 812, apr. 2012, p. 23. # Museo Casa Enzo Ferrari, Electa architettura, Milano 2012. # www.fondazionecasanataleenzoferrari.it/it/presentazione.html

Stradario: via Paolo Ferrari 85
Anno: 2012
Progettazione: Jan Kaplicky (Future Systems), Andrea Morgante (Shiro studio), Politecnica
Mappa: 99
Itinerario: 2 - Dall’eclettismo al contemporaneo, scheda nr. 23

SchIt23_1

 

 

 

 

 

 

 

1. La casa natale di Enzo Ferrari e il nuovo museo

 

Il concorso a inviti bandito dalla Fondazione Casa Natale di Enzo Ferrari – Museo dà il via nel 2004 alla realizzazione della sede del Museo Casa Enzo Ferrari, ulteriore tassello di quel grande processo di trasformazione della fascia a sud posta a ridosso della ferrovia, un tempo occupata dalle acciaierie e dalle ferriere.
Il bando richiede la realizzazione di nuovi spazi da destinare all’esposizione della storia automobilistica modenese e a servizi quali un centro di documentazione, una sala per proiezioni cinematografiche, una conference-room con capienza di 150 posti, uno store e un ristorante-caffetteria, da edificarsi in un lotto contiguo all’officina tutt’ora esistente in cui nacque Enzo Ferrari, a sua volta da ristrutturare e adibire a museo. La giuria premia il progetto dello studio inglese Future Systems di Jan Kaplicky, che immagina un edificio costituito da una superficie continua rivestita in metallo, la cui facciata principale inclinata abbraccia idealmente il preesistente fabbricato delle officine Ferrari, visibile dall’interno mediante una grande superficie vetrata, pur differenziandosi nettamente per il linguaggio architettonico scelto.
L’edificio trasmette infatti un’idea di architettura riconducibile al design dei profili metallici delle carrozzerie. Tale riferimento intende ricercare sicuramente una corrispondenza con la destinazione d’uso e con il passato del luogo; al tempo stesso però nelle intenzioni dei progettisti si vuole assecondare una poetica personale basata sull’eleganza delle linee, sulla lucidità delle superfici e sull’uso del colore, attraverso cui nobilitare lo spazio, al rango di galleria d’arte e non a semplice “contenitore” di automobili.

SchIt23_2


 

 

 



2. L’interno della sala espositiva

 

___

Fonti immagini e fotografie

1,2. Foto: Archivio fotografico Fondazione casa di Enzo Ferrari - Museo - Studio Cento29.