Un film e una Conferenza spettacolo per ricordare due protagoniste della costruzione e diffusione del pensiero federalista europeo.

“Anime ribelli” è promosso da EUROPE DIRECT Modena e Istituto storico di Modena in collaborazione con

ANNPIA sezione di Modena, Fondazione Ernesto Rossi Gaetano Salvemini, MFE sezione di Modena, Centro Documentazione Donna.


“Anime ribelli”ripercorre le biografie di Ursula Hirschmann e Ada Rossi e il loro contributo alla nascita dell’idea di unificazione europea e alla diffusione del Manifesto di Ventotene, uno dei testi fondanti dell'unità uropea scritto sull'isola dai confinati antifascisti AltieroSpinelli ed Ernesto Rossi, con la collaborazione di Eugenio Colorni.

La sua diffusione fu possibile grazie al coraggio di Ursula Hirschmann, all'epoca moglie di Colorni e in seguito di Spinelli, e Ada Rossi, moglie di Ernesto Rossi, che portarono clandestinamente e con diversi stratagemmi dall'isola sulla terraferma il testo e lo fecero circolare tra gli ambienti antifascisti e federalisti italiani.

Le due donne sono state attive nella diffusione clandestina delle idee antifasciste e democratiche e hanno avuto un ruolo importantissimo, sostenendo gli autori del Manifesto di Ventotene e promuovendo le idee federalista.


La conferenza spettacolo e il film ricordano il loro rapporto con gli estensori del documento teorico alla base della nascita del federalismo europeo e le vicende del tempo, utilizzando anche documenti originali e lettere conservate in Archivio Centrale dello Stato e la memorialistica e saggistica esistente, in una ricostruzione che intreccia vita pubblica e privata delle protagoniste, parte drammaturgica e racconto storico.

La conferenza spettacolo

La conferenza-spettacolo, in forma di reading musicale, dura circa 1 ora e 40 minuti, ma può essere modulata sia nella durata che nella messa in scena, in base al budget disponibile e alle esigenze del committente. Nella sua versione completa prevede l’intervento di un narratore, attrici e musicisti, ed eventualmente contributi di storici in presenza o in video. Il costo complessivo in questo caso è di 850 euro lordi, a cui vanno aggiunte le spese di ospitalità per 4 persone (vitto, viaggio ed eventuale alloggio, in base alla distanza da Modena). Nella versione ridotta partecipano oltre al narratore, un musicista e una attrice. Il costo complessivo in questo caso è di 650 euro lordi, a cui vanno aggiunte le spese di ospitalità per 3 persone (vitto, viaggio ed eventuale alloggio, in base alla distanza da Modena). Infine, è possibile in casi eccezionali, se il committente vuole coinvolgere professionalità locali per la parte artistica (musicale e/o drammaturgica), realizzare la conferenza spettacolo con la sola presenza del narratore, che concorderà copione e scaletta direttamente con professionisti coinvolti in loco dal committente. Il costo complessivo in questo caso è da concordare e occorre aggiungere le spese di ospitalità per 1 persona (vitto, viaggio ed eventuale alloggio, in base alla distanza da Modena).

Specifiche techniche
Per lo svolgimento sono necessari i seguenti materiali a cura dell’organizzazione:

  • Impianto audio con 4 microfoni per attori e narratore. 1 ingresso microfonico per la fisarmonica (con microfono proprio). 2 canali aggiuntivi con D.I. box per eventuale secondo musicista. Almeno una spia per ascolto sul palco. Amplificazione di almeno 300 Watt per locali chiusi e almeno 1000 Watt per situazioni all’aperto.
  • Video-proiettore per slideshow su Power Point e PC con RAM minimo 2G. Postazione vicino al palco.
  • Palco min. di m. 5 di larghezza x 2 di profondità. Prese multiple normali per l’alimentazione degli strumenti sul palco (quadri effetti, tastiere, ecc.) da 220 V 10 A.
  • Possibilità sul palco di 3 leggii, un tavolino o altro per appoggio strumentazione, 1 sedia senza braccioli.

Il Film

“Anime ribelli. Ada Rossi e Ursula Hirschmann, pioniere d’Europa” è un film documentario di Giovanni Taurasi, con la regia di Dante Farricella, interpretato da Maria Giulia Campioli ed Elisa Lolli, nei ruoli, rispettivamente, di Ada Rossi e Ursula Hirschmann. Le musiche sono di Stefano Garuti e al documentario partecipano - con commenti, ricordi e riflessioni - gli studiosi Silvana Boccanfuso, Antonella Braga, Pier Virgilio Dastoli, Piero Graglia e Giovanni Taurasi. Il documentario dura circa 1 ora e 40 minuti e intreccia i contributi degli storici con parti drammaturgiche, nel corso delle quali le attrici danno voce e volto ad Ada e Ursula, attraverso le loro memorie, lettere e documenti di archivio. Il film viene fornito su supporto DVD o USB. Il costo è di 250 euro lordi, comprensivi della presentazione del film, a cui vanno aggiunte le spese di ospitalità per 1 persona (vitto, viaggio ed eventuale alloggio in base alla distanza da Modena).

Specifiche tecniche
Per lo svolgimento sono necessari i seguenti materiali a cura dell’organizzazione:

  • Schermo appropriato e video-proiettore collegato a computer adeguato, con lettore DVD o porta USB e almeno 25 gigabytes liberi sul computer.

Scuola

Il progetto ha anche finalità educativa e si propone come possibile supporto all’approfondimento didattico. Per tale ragione agli insegnanti e alle istituzioni scolastiche vengono riservate agevolazioni e specifici adattamenti da concordare con l’ideatore del progetto.

Per eventuali informazioni e approfondimenti contattare l’ideatore del progetto:

Giovanni Taurasi

Cell. 3291213889

taurasig@libero.it

Per gli aspetti amministrativi, l’Istituto storico di Modena:

Metella Montanari

Direttore

Istituto storico di Modena

Tel. 059.219442

direzione@istitutostorico.com

Profili dei protagonisti

Silvana Boccanfuso: storica e saggista, è autrice del libro “Ursula Hirschmann. Una donna per l'Europa” edito da Ultima spiaggia, 2019, menzione “Premio Matteotti” della Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2020. Il libro è uscito nella sua versione in spagnolo nel 2021 “Ursula Hirschmann. Una mujer por y para Europa”, Icaria Editorial, Barcelona.

Antonella Braga: storica e ricercatrice, insegna storia e filosofia nei licei. È socia fondatrice della Fondazione “Ernesto Rossi e Gaetano Salvemini” di Firenze ed ha pubblicato con il Mulino nel 2007 “Un federalista giacobino. Ernesto Rossi pioniere degli Stati Uniti d’Europa”. Con Rodolfo Vittori è autrice del volume “Ada Rossi” per Unicopli del 2017.

Maria Giulia Campioli: attrice, autrice e regista. Nei propri spettacoli promuove la parità di genere, la memoria storica, l’economia sostenibile. Ama cantare e ballare. Fonda nel 2009 Teatro al Quadrato, con cui realizza eventi di teatro per ragazzi e teatro civile. Crede nella contaminazione fra le arti e si impegna quotidianamente per il diritto dei bambini all'arte e la cultura.

Pier Virgilio Dastoli: Presidente del Consiglio Italiano del Movimento Europeo (CIME). È stato assistente parlamentare di Altiero Spinelli alla Camera dei Deputati ed al Parlamento europeo dal 1977 al 1986 e Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea dal luglio 2003 all'agosto 2009. Autore di numerosi saggi e articoli sull'Europa, ha pubblicato per il Mulino nel 1986 i “Discorsi al Parlamento Europeo di Altiero Spinelli”.

Dante Farricella: fotografo e videomaker, nella sua attività professionale realizza progetti nell’ambito dell’intercultura e della difesa dei diritti umani. Ha realizzato numerose esposizioni e collaborazioni, nonché video documentari di carattere storico per il web. La sua ricerca fotografica parte dal teatro, in un lavoro di relazione tra fotografo e soggetto.

Stefano Garuti: tastierista e fisarmonicista del gruppo folk-rock Tupamaros, è compositore e arrangiatore ed ha realizzato colonne sonore per musical, teatro e spettacoli di memoria e storia.

Piero Graglia: professore di storia dell’integrazione europea all’università degli studi di Milano, storico e ricercatore. È autore della prima biografia completa di Altiero Spinelli per l’editore Il Mulino, nonché curatore di tre raccolte di scritti di Spinelli e del carteggio tra Rossi e Spinelli per gli anni 1943-1945.

Elisa Lolli: attrice diplomata, regista e drammaturga, ha fondato l'associazione Culturale Aporie, con cui si occupa di formazione teatrale e organizzazione di eventi culturali. Impegnata nel teatro sociale - con particolare attenzione a diritti civili, parità di genere, tutela ambientale, legalità e memoria - collabora con Anpi, Anppia, VivereDonna, Udi, Cif e Legambiente e altre associazioni.

Giovanni Taurasi: storico, ricercatore e narratore, ha pubblicato libri e saggi, curato volumi, mostre e allestimenti museali sulla storia del Novecento. Ha realizzato progetti di divulgazione storica, spettacoli teatrali, podcast storici e web documentari. Il suo ultimo libro “Le nostre prigioni. Storie di dissidenti nelle carceri fasciste” è stato pubblicato da Mimemis Edizioni nel 2021.

Scarica la scheda informativa


Questa pagina ti è stata utile?